SALERNO – Ci vuole intuizione e grande coraggio per mettere su una impresa di successo in tempi di pandemia. E l’influencer e imprenditore Vincenzo Falcone l’ha dimostrato realizzando, insieme a Gian Andrea Squadrilli, il format di ristorazione Golocious con 18 aperture in tutta Italia in soli due anni.

Per questo il team di Food Service (rivista leader nel mondo dell’horeca edita da Gruppo Food) e A4D (il primo Think Tank nel mondo della ristorazione commerciale) lo ha selezionato tra i migliori “40 under 40” ovvero gli imprenditori della ristorazione sotto i 40 anni di età che hanno realizzato il proprio sogno, dando vita a format di successo e contribuendo a cambiare in meglio lo scenario dell’horeca nel nostro Paese.

Il brand punta forte sul concetto di foodporn come godimento attraverso occhi e palato, e affonda le radici nella sua precedente esperienza con la catena Delicious a Cava de’ Tirreni (Sa), sua città natale, nata nel 2014. Proprio in uno di quei locali l’incontro con Gian Andrea Squadrilli che aveva aperto da poco la pagina social Italy foodporn, che si è concretizzato nel 2019 con l’inaugurazione del primo locale a marchio Golocious a Sorrento.

Oggi il brand è presente nelle principali città italiane come Milano, Roma, Napoli, Firenze, Verona ed è in continua espansione con prossime aperture a Palermo, Caserta, Avellino e altre 10 entro la fine del 2022.

«Da una grande crisi abbiamo colto una incredibile opportunità. Per poter portare avanti il progetto Golocious in pandemia abbiamo utilizzato come modello di business quello delle aperture in dark kitchen. Siamo stati tempestivi nel capire il mercato in quel difficile periodo e siamo felicissimi dei risultati. Questo premio è di tutte le persone che mi stanno accompagnando in questo fantastico percorso che è la ristorazione», ha dichiarato Falcone.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments