NAPOLI – Promuovere lo scambio di fabbisogni, idee e conoscenze e progettare soluzioni innovative attraverso la creazione di circuiti collaborativi fra ricerca e imprese. È stato l’obiettivo di Innovation Village 2024, il network di riferimento del Mezzogiorno in ambito di innovazione, organizzato da Knowledge for Business e andato in scena nella cornice di Villa Doria d’Angri, a Napoli. Nona edizione dell’evento con partner di prestigio: le Università Parthenope e Federico II, Ordini professionali, Cnr, Inail, Svimez e Regione Campania, ma anche la partecipazione dei ministeri ai tavoli di lavoro.

Al centro del programma della due giorni partenopea, la sfida della sostenibilità e l’innovazione declinata come opportunità di supporto alle imprese con la presentazione di bandi e incentivi. Una sala di Villa Doria d’Angri è stata dedicata per un’intera giornata alle sfide della bioeconomia, mentre l’associazione Donne 4.0 ha acceso i riflettori sulle potenzialità dell’intelligenza artificiale con un progetto di formazione al femminile.
Si è rinnovato infine l’appuntamento con Innovation Village Award, che ogni anno coinvolge circa 200 innovatori per premiare i prodotti già presenti sul mercato e che danno un contributo alla sostenibilità seguendo i principi dell’Agenda ONU 2030, e che quest’anno è stato presentato insieme a Start Cup Campania, altra competizione che mira a premiare gli innovatori del territorio.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments