Sos San Gregorio Armeno: “Senza aiuti costretti a vendere le botteghe ai cinesi”

0

NAPOLI – I fitti da pagare, le utenze e in giro neanche l’ombra di un turista. Aprire, in un’ipotetica fine improvvisa della zona rossa, non garantirebbe comunque immediati guadagni e all’orizzonte aleggiano le ombre di imprenditori cinesi e del norditalia che, fiutato l’affare, puntano ad accaparrarsi le botteghe di una via conosciuta in tutto il mondo, come San Gregorio Armeno.

La desolazione oramai quotidiana in cui versa il borgo dei presepi è stata rotta questa mattina dalla protesta degli artigiani, che annunciano un presidio di protesta davanti la Regione Campania per chiedere aiuti.

In caso di mancate risposte, il giorno dopo, giovedì, apriranno per protesta le loro botteghe.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments