De-Laurentiis-681x409

NAPOLI – Torna a parlare a mercato chiuso il patron del Napoli De laurentiis che oggi pomeriggio sulkla radio ufficiale del club ha fatto il suo bilancio della sessisone estiva appena conclusa:

“I cartellini sono costati di più di 115 milioni, si arriva a circa 130 milioni anche attraverso i bonus facilmente raggiungibili. Inoltre abbiamo dovuto innalzare gli stipendi di molti calciatori, quasi 20 milioni. Questo mercato è costato circa 140-150 milioni. A me non piace parlare di numeri, pensiamo a quanto ci siamo rafforzati. In prospettiva siamo la squadra che si è rafforzata di più, Sarri ha un materiale umano importante. Koulibaly? Il Chelsea è arrivato ad offrire 50 milioni, ma andrà via per la Coppa d’Africa che inquina i campionati nazionali ed è un’altra boiata della Fifa. Per questo ci siamo voluti rafforzare con Tonelli e Maksimovic, che è un nostro pupullo da 24 mesi. Gabbiadini? E’ incedibile, ha trovato una sintonia con Sarri e siamo convinti che il nostro tecnico possa farlo rendere sempre di più. I giocatori devono capire che quando una squadra si rafforza ci sono più giocatori a disposizione, quindi non devono abbattersi se giocano di meno. Io credo che c’è tanto provincialismo e ignoranza nel mondo del calcio, tanto che ad un certo punto ne avevo le scatole pieno. Come si fa a valutare il valore di un calciatore in base al minutaggio? Allora non ci rompete le scatole e lasciateci lavorare. Non create dubbi e scuse a Sarri”.Cavani? “Ho letto un mare di stupidaggini, anche non ultima le parole dell’ex portiere della Roma. Io mi sono permesso di chiamare Blanc (Jean-Claude, amministratore delegato del club) per sapere se era vero che Cavani potesse andare via e mi ha detto ‘assolutamente no’, è un punto fermo per loro. Mi fa piacere, però, che il Matador sia rimasto legato alla bellezza della nostra città”.Milik? “Non paragoniamolo a Higuain, lavoriamo tutti per tutti”.Partita con il Milan? “Abbiamo preso troppi gol in questo avvio, dobbiamo registrare la difesa e riportare Ghoulam, Koulibaly e Albiol allo stesso livello dell’anno scorso. L’inizio della stagione è sempre particolare: allenamenti, nuvi arrivi e mercato aperto. Si fa un gran parlare perchè altrimenti non si vendono i diritti. I tifosi non devono credere a tutto ciò che dicono, vengono pagati per fare gli attori. Io credo che faremo molto bene. A chi avrebbe voluto un altro attaccante, non avremmo fatto esplodere Milik e Gabbiadini. Ne approfitto per fare un in bocca a lupo per stasera a Manolo e a Ventura per la gara di stasera con la Francia”. Clausola rescissoria per Zielinski? “Quasi tutti i contratti fatti hanno la clausola rescissoria valida, ma valida solo per l’estero, abbiamo imparato dopo quello che è successo con Higuain alla Juve, una questione che ci ha rotto parecchio le scatole. Ma come si dice, non si finisce mai di imparare. In questo modo però sanno che possono partire solo per una determinata cifra, non di meno”.Voti altissimi al mercato? “Cominciamo a lavorare già per gennaio, se servisse qualcosa ci faremo trovare pronti.” Sul girone della Champions: “E’ un girone da non prendere sotto gamba. E’ più semplice degli altri, ma son tutte squadre da non prendere sotto gamba”.

{youtube}TYfQzKsuIjc{/youtube}

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments