GENOVA – Non si ferma più il Genoa di Davide Ballardini che batte anche il Napoli per la terza vittoria consecutiva. A trascinare i rossoblù un Goran Pandev in formato vintage autore di una doppietta nel primo tempo alla quale risponde il solo Politano nella ripresa.

Genoa cinico e concreto, Napoli che comanda nel gioco ma paga pegno alla sfortuna con una traversa di Petagna e un palo di Insigne.

Napoli che parte forte, diagonale di Zielinski ma Perin si distende deviando in corner. La squadra di Gattuso sembra padrona del campo con il Genoa che studia l’avversario lasciandolo sfogare. Al decimo però i rosspblù sono bravissimi ad approfittare di un errore di Maksimovic in fase di costruzione. Badelj recupera il pallone indirizzato a Demme e serve di prima intenzione Pandev in area, l’attaccante controlla e batte Ospina per il vantaggio del Genoa senza esultare. La squadra di Gattuso riprende a costruire chiudendo il Genoa nella propria metà campo e sfiorando il gol prima con Lozano, conclusione da fuori, poi con Petagna che di testa colpisce la traversa. Non basta però agli ospiti che anzi al 26′ subiscono il raddoppio. Prima vera azione manovrata offensiva per il Genoa con Zajc che libera Pandev in area, dove si dimostra ancora letale battendo Ospina. Sotto di due gol il Napoli riprende a macinare gioco ma difficilmente arriva alla conclusione.

Al rientro dagli spogliatoi Genoa un po’ meno coperto ma Napoli che continua a faticare e così Gattuso inserisce Insigne e Osimhen passando al 4-2-3-1 e proprio il nigeriano al 18′ spara alto su passaggio di Di Lorenzo in area piccola. La spinta aumenta ancora per gli azzurri che al 25′ sfiorano il gol con un diagonale di Demme, bravo Perin ad alzare in corner. E quando non ci arriva Perin ci pensa il palo a salvare il Genoa, com sulla girata di Insigne appena passata la mezz’ora. Ma il gol per gli ospiti arriva comunque con Politano, diagonale preciso, che sfrutta al meglio al 34′ un errore del neo entrato Portanova che in area sbaglia il rinvio servendo l’avversario .

Il finale è un assedio degli ospiti con il Genoa che prova ad alzare il muro ma fatica con Elmas che grazia i rossoblù sparando alto mentre nel finale Mario Rui invoca un rigore.(ANSA).

GATTUSO

“Abbiamo pagato caro gli errori”. Gennaro Gattuso commenta così la sconfitta azzurra a Marassi.

“Ci siamo fatti gol praticamente da soli. Ci sono stati errori di postura che erano evitabilissimi. Purtroppo giochiamo ogni tre giorni e su certe fasi di costruzione non abbiamo tempo di lavorare tanto”.

“Però faccio i complimenti alla squadra per l’impegno e per l’atteggiamento caratteriale. Purtroppo il rammarico è che stiamo perdendo gare in fotocopia. Comandiamo il gioco ma subìamo gol e costruiamo occasioni senza concretizzare”.

“I ragazzi stanno facendo di tutto per recuperre dalla stanchezza. Oggi abbiamo rivisto Osimhen con più minuti e con una risposta buona. Noi stiamo facendo di tutto per recuperarlo ma non possiamo usare la bacchetta magica, ci vuole il tempo giusto per rivaerlo al massimo”.

“Adesso avremo Atalanta e Juve e quindi ancora partite importanti in stretta successione. Però io vi dico che non sono preoccupato per l’asetto tecnico, piuttosto temo questa ripetitività di partite perse per per ingenuità ed errori. Bisogna guardare avanti e fare di tutto per riuscire a invertire questa statistica e finalizzare le occasioni che creiamo”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments