32.5 C
Napoli
sabato 2 Luglio 2022

Contratto Mertens: ipotesi giocatore e poi allenatore della primavera

-

NAPOLI (di Anna Calì) – La sorpresa, l’attesa e l’ansia di milioni di tifosi che nelle ultime 24 ore sono confusi, smarriti, arrabbiati.

Tifosi che non hanno mai smesso di amare “Ciro”, l’unico e grande idolo degli ultimi anni e che sperano di poter assistere al lieto fine.

Ma, la domanda che si stanno ponendo ora è: “Mertens andrà viva o resterà?”.

Ieri c’è stata grande agitazione intorno alla questione del rinnovo del folletto belga.

A quanto riportato da diversi organi di stampa sembrerebbe che sia stata spedita un’email dallo studio legale Stirr Associates di Keerbergen, nella quale si leggerenne che Mertens avrebbe richiesto 2,4 milioni di ingaggio, 1,6 milioni di una tantum alla firma e una serie di bonus per prolungare di un anno il suo contratto in scadenza il 30 giugno prossimo.

Una cifra, questa, che se fosse vera andrebbe a confermare l’ipotesi di una rottura tra il calciatore e la società.

ADL era stato chiaro non andrebbe oltre un contratto annuale da 1,5 milioni con l’aggiunta di qualche bonus.

Ma, nel tardo pomeriggio è arrivata la smentita e la “rassicurazione” da parte dell’entourage del calciatore, il quale sostiene che non sono quelle le cifre contenute nella mail inviata al club partenopeo anzi, la proposta sarebbe totalmente differente.

Mertens avrebbe richiesto di spalmare in due anni la clausola scritta da rinnovo automatico in vigore nell’attuale contratto ovvero 5 milioni netti che vanno a diventare 2,5 per anno, cifra totalmente diversa rispetto ai 7,5 milioni netti.

A questo punto la palla passa nelle mani della SSC Napoli per capire se farà chiarezza o meno in merito a queste notizie così contrastanti tra di loro.

Ricordiamo che Mertens ha sempre sottolineato, l’ultima volta un mese fa, che per lui l’aspetto economico non è quello più importante e che sarebbe anche propenso a dimezzarsi l’ingaggio pur di restare in maglia azzurra.

E, allora perché creare un clima così teso intorno alla società e al presidente?

C’è però un dubbio che ora per ora potrebbe diventare la spiegazione del “Caso Mertens”.

Ma se la cifra richiesta fosse per un rinnovo da giocatore/dirigente.

Ovvero, andare a rinnovare per un altro anno ancora il contratto da giocatore e alla scadenza ricoprire il ruolo nella società azzurra.

Mertens sta infatti per prendere il patentino da allenatore e l’idea di vederlo inizialmente in panchina con la Primavera del Napoli non sarebbe così assurda. Dris Ciro sa dialogare con i giovani e ha quella esperienza e carisma giusto per far decallare finalmente il progetto della “Scugnizzeria” tanto voluto e mai realizzato dal ADL negli anni.

A quel punto le cifre richieste potrebbero essere congrue e decisamente abbordabili dalla società.

Ad oggi però restano le domande di tutti.

Quale sarà il futuro di Mertens? Prevarrà la ragione del cuore? E come potrebbe non essere così dopo nove stagioni d’amore, linguacce, record di gol e un figlio napoletano di nome Ciro, proprio come la gente della città l’ha ribattezzato?

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x