NAPOLI (fonte sscn.it) – Il Napoli batte il Granada ma non basta per passare il turno. Gli azzurri vincono 2-1 e sono gli spagnoli a qualificarsi per gli ottavi forti del 2-0 conquistato in Andalusia. Il match si apre bene con il bellissimo quanto fulmineo gol di Zielinski. Piotr si inventa una penetrazione palla al piede e poi infila un sinistro potente e preciso. Il Granada però pareggia prima della mezzora con uno stacco di Montoro. Da lì è tutto Napoli. Traversa di Insigne al 35′, occasione per Elmas al 52′, gol del 2-1 di Fabian all’ora di gioco. Poi assalto all’arma azzurra con l’area spagnola sotto attacco. Al 90esimo colpo di testa di Ghoulam che Rui Silva respinge sulla linea. Poteva essere lo sprint per i 7 minuti di recupero finale. Resta la generosità e l’orgoglio. Napoli fuori dalla Europa League. Si ricomincia domenica con la corsa in campionato nel derby contro il Benevento.

GATTUSO

“C’è tanto rammarico per questa eliminazione, ma anche orgoglio per aver lottato stasera”. Gennaro Gattuso analizza il match contro il Granada.

“Purtroppo anche stasera abbiamo preso un gol assurdo ed evitabile. Però poi non ricordo nessun altro pericolo creato dal Granada. Noi invece abbiamo avuto varie occasioni per rimettere la qualificazione in gioco”.

“Anche con l’assenza di tanti uomini abbiamo dimostrato di avere qualcosa in più di loro e questo è certamente un motivo di orgoglio per come si è espressa oggi la squadra”.

“Adesso non bisogna deprimersi. Bisogna guardare avanti, attendere che si rimettano in sesto alcuni uomini importanti per essere al completo e dare il massimo in campionato”.

“Mancano ancora 16 partite e la strada è lunga. Ci sono obiettivi in ballo e noi possiamo essere competitivi se abbiamo la rosa al completo”.

“Stasera sono arrabbiato per la direzione di gara. Si è giocato pochissimo per perdite di tempo degli spagnoli. L’arbitro doveva tutelarci, ci vuole rispetto a questi livelli”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments