NAPOLI (di Raffaele De Lucia) – Se questa è la squadra che doveva dominare in Italia e in Europa, c’è molto da lavorare.

Il Napoli pareggia una brutta gara in Belgio col Genk mangiandosi 4 gol nel primo tempo.

Ancelotti sceglie Milik e Lozano, lasciando in panchina Mertens e in tribuna Insigne.

Il Napoli parte bene e con Callejon prima e con Milik per ben tre volte sfiora il vantaggio nei primi minuti.

Poi più nulla. Il Genk amministra e con Samatta e Ito prova a far male al Napoli ma Merte salva la porta. Nella ripresa Ancelotti prova a inseriere Mertens e Llorente ma la musica non cambia.

Gli azzurri non riescono a impastire mai un’azione in velocità nè a portaree cross pericolosi davanti a Coucke.

Un pareggio che porta gli azzurri a 4 punti ma che mettono in evidenza al momento le poche idee vaghe e confuse del gioco partenopeo.

Dopo la sconfitta in casa col Cagliari il Napoli ha scoperto la sua fragilità che anche col Brescia si è evidenziata in fase difensiva.

Ancelotti dovrà trovare le giuste contromisure in vista della gara di domenica col Torino, questo Napoli è inguardabile.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami