32.5 C
Napoli
sabato 2 Luglio 2022

Insigne saluta Napoli e gli azzurri: “Momenti indimenticabili vissuti con voi, li porterò per sempre con me!” (VIDEO)

-

NAPOLI (fonte sscn.it) – Grazie Capitano. Napoli si stringe attorno a Lorenzo Insigne per la sua ultima partita allo Stadio Maradona dopo 10 anni e 433 partite in azzurro.

Momenti di commozione per la cerimonia organizzata dalla Società e corredata dalla enorme passione del popolo azzurro che ha impreziosito e reso emozionante il pomeriggio azzurro dedicato a Lorenzo.

Sul megaschermo dello Stadio è stato proiettato un video celebrativo dei suoi gol e delle sue immagini più significative col Napoli.

Al momento dell’ingresso in campo del capitano, è stato irradiato dai megafoni il messaggio di Alessandro Siani dedicato a Lorenzo.

Insigne poi è entrato in campo visibilmente commosso circondato dall’affetto dei suoi compagni di squadra, dalla sua famiglia oltre che dal Presidente De Laurentiis e Luciano Spalletti che hanno consegnato al capitano un trofeo celebrativo.

Di seguito, prima del match contro il Genoa, Insigne ha ricevuto una targa, una maglia dedicata e un quadro interattivo che consentirà a Lorenzo di rivivere tutte le immagini più emozionanti della sua carriera nel Napoli e scoprire i tanti video di messaggi da parte di amici e compagni di squadra.

Questo il testo stampato sulla maglia consegnata da Dries Mertens: “433 presenze che hanno arricchito la storia azzurra con generosità e passione. Grazie Capitano”

Lorenzo poi ha letto il suo discorso di ringraziamento tra l’ovazione e il calore del pubblico che ha urlato come per un gol in onore del suo capitano.

“La sola cosa da dire è grazie a una città che mi ha dato tanto, forse tutto. Sono nato e maturato qui con voi, abbiamo esultato, gioito e anche litigato, come una grande famiglia. Mi sono sempre sentito accolto e amato dalla gente della mia terra. Napoli è stata una grossa responsabilità ma anche una meravigliosa esperienza che ho vissuto con amore e fierezza. Ricorderò sempre questi momenti emozionanti. Grazie a tutti i tifosi del Mondo, alla Società, che ha reso possibile questa avventura, a tutti i mister, ai miei compagni che si sono rivelati sempre amici. Grazie alla mia famiglia. Forza Napoli sempre!

Nella giornata internazionale dedicata alla famiglia, la famiglia azzurra si stringe intorno a Lorenzo Insigne: GRAZIE CAPITANO!

“Napoli è casa mia e lo sarà per sempre”. Lorenzo Insigne saluta Napoli nel giorno della festa dedicata a lui.

“Voglio ricordare non solo gli episodi singoli e belli ma tutti i 10 anni trascorsi a Napoli. E’ stata una storia stupenda con i tifosi, è un amore troppo forte per questa maglia”

“Arrivano dei momenti in cui bisogna fare delle scelte e io l’ho fatta insieme alla Società. Ringrazio tutti i miei compagni, gli allenatori, la Società, porterò tutti nei miei ricordi più belli”

“Il mio cuore è qua, farò sempre il tifo per il Napoli e un giorno voglio tornare in Curva in questo stadio per urlare forza Napoli sempre”.

LA PARTITA

Alle quattro e mezza del pomeriggio, del suo pomeriggio tutto azzurro e lungo, Lorenzo Insigne segna dal dischetto il gol che fa scoppiare le lacrime del capitano e l’emozione del Maradona. Il destino sa sempre quello che deve fare e per l’occasione speciale disegna l’happy end struggente e il finale travolgente per Lorenzo il Magnifico che saluta la sua città, la sua maglia, la sua avventura più bella e irripetibile scritta con le corde intime dell’anima e i battiti più struggenti del cuore. Il Napoli batte il Genoa ma passa tutto in seconda pagina rispetto alla copertina dedicata all’abbraccio per il capitano che prima, durante e dopo fa emozionare il popolo napoletano in un addio che sa di arrivederci, perchè certe storie non finiscono, fanno dei giri enormi e poi ritornano. Se non in campo, nella fede eterna. In avvio aveva segnato Osimhen che di testa si sta guadagnando brevetto e fregio di specialista aereo. Poi nel finale un eurogol di Lobotka suggella la giornata di gloria. Il Napoli batte il Genoa per 3-0 e chiude in bellezza al “Maradona”. La Grande Bellezza che oggi è tutta di Lorenzo Insigne, il Capitano mio Capitano dell’attimo fuggente. La storia d’amore di un figlio di Napoli che durerà per sempre.

SPALLETTI

“Io credo che questo gruppo meriti più di quanto abbia ricevuto come riconoscimento”. Luciano Spalletti stila un bilancio della stagione azzurra dopo il successo col Genoa e il terzo posto conquistato.

“Siamo davanti a più avversari fprtissimi e che erano accreditati più di noi nelle griglie di partenza. A volte mi sono arrabbiato nelle interviste perchè non credo sia stato dato il giusto merito al mi gruppo”

“Ci sono almeno 8 squadre con ambizione di entrare in zona Champions, noi ci siamo, mengre altre sono fuori. Credo che vada considerato il risultato finale anche se è chiaro che ci dispiaccia moltissimo per non aver lottato per il vertice fino alla fine”.

Su Insigne: “Io ero dispiaciuto del suo addio si quando lo abbiamo saputo. E ho cominciato a rimpiuangerlo da tempo, ma è chiaro che è una scelta reciproca tra lui e la Società e per questo va accettata”

“Bisogna andare avanti nel nostro percorso e cercare giocatori di qualità che, come Lorenzo, sappiano tirare fuori il colpo di classe in ogni momento della gara”

“Insigne è un campione alla Totti, Baggio, De Piero, calciatori che tutti gli allenatori vorrebbero in squadra. Merita il saluto che gli è stato tributato dal pubblico napoletano”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x