IO_NON_POSSO_ENTRARE

NAPOLI (di Raffaele De Lucia)- Nonostante l’ottima prova di maturità e civiltà dei supporter azzurri in Europa, a Madrid, per l’ottavo di Champions, celebrata anche dai media spagnoli, in Italia a trionfare è ancora una volta il proibizionismo, la mancanza di orgnaizzazione nel gestire un semplice incontro di calcio, la paura.

E’ di oggi la decisione di vietare ai tifosi del Napoli l’accesso allo Juventus Stadium in occasione della semifinale di Coppa Italia con i bianconeri di martedì prossimo. Il prefetto di Torino, infatti, ha disposto il divieto di vendita dei biglietti ai residenti in Campania, anche a quelli in possesso della tessera del tifoso, e la chiusura del settore Tribuna nord/ospiti dello stadio. Un provvedimento come sempre frutto di paura, tensione e che come sempre decreta la sconfitta del calcio e delle istituzioni. La decisione è stata presa – spiega la Prefettura – su indicazione del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive (Casms) presso il ministero dell’Interno allo “scopo di tutelare la sicurezza pubblica e l’incolumità delle persone dai rischi connessi all’accesa rivalità tra le due tifoserie, sfociata in passato anche in scontri”. Ci domandiamo quando il nostro paese possa vivere momenti di gioia come il calcio in maniera rilassata ma soprattutto sicura con tifoserie sedute accanto senza barriere. 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments