fiorentinanapoli0-777x437

NAPOLI (di Raffaele De Lucia)– Settimana dedicata ai rinnovi, ma anche alla programmazione della prossima stagione. In vista degli impegni delle nazionali, Giuntoli e De Luarentiis fanno il punto della situazione in casa Napoli. Se Mertens e Insigne sono ancora fermi sulle loro posizioni riguardo al prolungamento del contratto fino al 2021, non ci ha pensato su due volte Koulibaly, che ha prolungato il suo contratto legandosi al sodalizio azzurro per altri 4 anni.

  «Abbiamo rinnovato col Napoli, fino al 2021, Kalidou quindi resterà in azzurro- ha affermato il procuratore del calciatore Bruno Santin-  Non si muoverà da Napoli, tutto è un ordine col club. Clausola? Non c’è e non ci sono informazioni, sono cose private e riservate tra il club e il giocatore». Del suo futuro in azzurro ha parlato personalmente Lorenzo Insigne dal ritiro della Nazionale a Coverciano: «Al presidente ho detto abbastanza, ho fatto quello che dovevo fare e con la mia coscienza sto a posto. Se vuole proseguire questo matrimonio tocca a lui altrimenti ognuno andrà per la sua strada». Dal ritiro della Nazionale l’esterno del Napoli, in un’intervista alla Rai, ha parlato soprattutto del suo futuro e chiarisce: «Il contratto? I matrimoni si fanno in due. Da questa estate ci siamo incontrati e il primo incontro non è andato benissimo ma io dal primo giorno ho lavorato ma poi per il contratto ci sono gli agenti e vedremo. Io ho dato la mia disponibilità e spero che il presidente accolga i miei messaggi. Rispetto all’estate ho fatto passi indietro da un punto di vista economico perché gioco per la mia città. Ci sono state offerte da altre società al tempo delle giovanili perché con mio padre non avevamo nulla ma non ho sentito la necessità di andare via. Poi se il sogno si infrangerà non dipenderà solo da me. Il mio sogno era quello di giocare in Serie A con la maglia del Napoli e vincere qualcosa di importante. Continuerò a farmi “ammazzare” per il Napoli poi se un giorno qualcuno vorrà infrangere il mio sogno di vincere ci rimarrò male ma poi bisognerà andare avanti. Fiducioso? Sto aspettando loro, ora penso alla Nazionale ma se loro mi vogliono incontrare darò sempre la massima disponibilità». E’ di questa sera, invece, la notizia di un rilancio di ADL nei confronti dell’entourage di Mertens. Dopo la partenza di Higuain, in patron azzurro, non vuole farsi sfuggire il folletto belga, allettato dalle sirene cinesi. Secondo quanto riportato da Ginluca di Marzio, giornalista di SKY, il patron azzurro avrebbe proposto un ingaggio raddoppiato vicino alla cifra di 3,2 milioni di euro a stagione per 4 anni. Praticamente il doppio di quanto guadagna Mertens attualmente. Quello che però potrebbe allettare il calciatore è la durata del contratto, 4 anni, che a quanto pare non offrirebbero gli altri club che avrebbero bussato alla sua porta.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments