16003189_10212244544295704_1246784661620817271_n

NAPOLI (fonte sscn.it)- Positivo l’esito della visita di controllo di Arek Milik al ginocchio sostenuta a Villa Stuart. Arek ha ottenuto l’ok dal Professor Mariani e può tornare ad allenarsi in gruppo.

Era l’ultimo step di verifica per l’attaccante azzurro che si era infortunato ad inizio ottobre in un match con la Polonia contro la Danimarca. Dopo tre mesi di riabilitazione, stamattina Milik oltre alla visita ha svolto anche test di forza, test atletici e scatti in campo. Al termine della seduta e degli esami, Arek ha avuto l’assenso del Professor Mariani per poter tornare a lavorare con la rosa azzurra. “Si! Posso allenarmi con la squadra. Sono contentissimo, non vedo l’ora di tornare in campo”. Lo scrive sul suo profilo Twitter Arek Milik, commentando il via libera ricevuto dai medici per il ritorno in allenamento già da domani. Il prof. Mariani, che lo ha operato al legamento crociato del ginocchio a ottobre, ha constatato che la guarigione ha seguito i tempi previsti e dopo la terza visita di controllo mensile ha dato il via libera al calciatore per tornare ad allenarsi normalmente. Milik si era infortunato l’8 ottobre scorso durante Polonia-Danimarca, partita di qualificazioni ai Mondiali. Il suo cammino verso il rientro in campo sarà graduale: Milik potrebbe essere convocato per la sfida al Palermo del 29 gennaio. Ma i tifosi del Napoli sognano di vederlo nella doppia sfida al Real Madrid, magari già dalla partita di andata il 15 febbraio. Prima di infortunarsi, Milik aveva avuto un ottimo impatto sull’attacco azzurro, segnando 7 gol nelle sue prime 9 partite giocate con il Napoli. Alfonso De Nicola, medico sociale della SSC Napoli, intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli ha chiarito: “Sono sempre molto imbarazzato quando si fanno questi complimenti come per Milik. Sono complimenti da dividere per tutti, dal presidente al professor Mariani. Molti non sanno che De Laurentiis è sempre molto vicino ai suoi giocatori, soprattutto quando sono infortunati. Ha una specie di affetto per i suoi calciatori, non li considera merce ma davvero persone che fanno parte della famiglia. Sia io che Mariani l’abbiamo tranquillizzato in passato.Poi il merito è del professor Mariani, che questo intervento al legamento crociato ormai lo fa ad occhi chiusi, tant’è che da tutto il mondo vengono a farsi operare da lui. Poi un plauso ad Enrico D’Andrea, il mio braccio destro; il professore Canonico, grazie a cui i calciatori non prendono neanche un grammo di peso; poi ci sono i terapisti, che fanno in modo che i nostri calciatori effettuino tutti i giorni terapia.Milik torna in gruppo? Vuol dire che tornerà ad allenarsi con gli altri, anche in partitina. Il rapporto tra Giuntoli, Pompilio e Milik è perfetto, così come con lo staff tecnico. Il programma di preparazione di Arek è stato già concordato e con lui ci siamo trovati bene perché è un grande lottatore. Già una settimana dopo l’infortunio faceva le vasche, non ha mai smesso di essere atleta. Il ragazzo ha bisogno di fare le partitine e può farle, deve abituarsi al contatto fisico, a calciare in corsa e via dicendo.Io sono ancora a Villa Stuart, mentre lui è corso in macchina perché vuole andare velocemente a Castelvolturno per fare allenamento. Ora farà un po’ di lavoro, poi domani rientrerà in gruppo. E’ carico a pallettoni. Una quindicina di giorni e lo rivedremo in campo. O, meglio, 15 giorni e sarà a disposizione di Sarri, poi sarà il mister a decidere”.

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments