NAPOLI – E’ sulla bocca di tutti ma di sicuro non sarà sulla panchina del Napoli la prossima stagione.

Il nome di Luciano Spalletti è fin troppo chiacchierato e attorno alla figura dell’ex tecnico dell’Inter si stanno romanzando troppi particolari, dettagli e aspetti tecnico – tattici e contrattuali che fanno presagire ad un’altra suggestione di inizio calciomercato.

Proprio il club campione d’Italia, che in queste ore ha divorziato da Antonio Conte e che è con l’acqua alla gola sommerso di debiti, potrebbe pensare di riportare a San Siro proprio l’allenatore toscano, attualmente a libro paga e che a fin dei conti male non aveva fatto quando sedeva sulla panchina neroazzurra.

Altro dettaglio che fa immaginare a una finta trattativa è proprio il clamore mediatico attorno al nome di Spalletti.

Con Conceicao è successa pochi giorni fa la stessa cosa, stesso discorso mesi fa per Benitez accostato al Napoli dopo la sconfitta a Verona del Napoli.

Il modus operandi di Aurelio De Laurentiis, lo sappiamo tutti ma spesso ce ne dimentichiamo, è tutt’altro negli affari.

Il colpo di teatro, basti ricordare la presentazione di Inler, la scelta di Sarri e la trattativa Ancelotti, l’aquisto a sorpresa di Osimhen, è quasi una clausola base dei contratti e delle presentazioni di calciatori e allenatori.

Ecco perchè anche il nome di Spalletti è da depennare alla lista dei possibili sostituti di Gattuso.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments