NAPOLI – “Continuano a pervenirci video che mostrano delle persone che, in occasione delle partite del Napoli, si cimentano pericolosi arrampicamenti per salire dall’anello inferiore al superiore. Un modo di fare inaccettabile che, tra l’altro, è anche estremamente pericoloso. Purtroppo si tratta di un’abitudine consolidata. Alcune persone arrivano allo stadio già con l’intenzione di arrampicarsi dal settore inferiore al superiore. Di casi come quelli nel video ce ne sono a decine e basterebbe che la sciarpa usata per risalire si spezzasse per fare i conti con una tragedia”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Il San Paolo è stato profondamente rinnovato in occasione delle Universiadi ma l’inciviltà di alcuni frequentatori è quella vecchia. Purtroppo nella concezione di alcuni individui lo stadio è terra di nessuno dove qualsiasi comportamento è consentito e tollerato. Occorre una netta inversione di tendenza su tale piano. Non possiamo accettare che un bene che è stato sottoposto ad un profondo restyling torni, nel giro di qualche mese, in una condizione di degrado”.

Arrampicatore stadio San Paolo

Stadio San Paolo, prosegue l’assurda abitudine di arrampicarsi per salire dall’anello inferiore al superiore. Borrelli e Simioli: “Abitudine inaccettabile ed estremamente pericolosa. Tra ‘scalatori’ e piedi sui seggiolini, stadio rinnovato ma inciviltà vecchia”“Continuano a pervenirci video che mostrano delle persone che, in occasione delle partite del Napoli, si cimentano pericolosi arrampicamenti per salire dall’anello inferiore al superiore. Un modo di fare inaccettabile che, tra l’altro, è anche estremamente pericoloso. Purtroppo si tratta di un’abitudine consolidata. Alcune persone arrivano allo stadio già con l’intenzione di arrampicarsi dal settore inferiore al superiore. Di casi come quelli nel video ce ne sono a decine e basterebbe che la sciarpa usata per risalire si spezzasse per fare i conti con una tragedia”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Il San Paolo è stato profondamente rinnovato in occasione delle Universiadi ma l’inciviltà di alcuni frequentatori è quella vecchia. Purtroppo nella concezione di alcuni individui lo stadio è terra di nessuno dove qualsiasi comportamento è consentito e tollerato. Occorre una netta inversione di tendenza su tale piano. Non possiamo accettare che un bene che è stato sottoposto ad un profondo restyling torni, nel giro di qualche mese, in una condizione di degrado”.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Martedì 1 ottobre 2019

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami