NAPOLI – Ennesima vergogna, ennesimo atto di bullismo e cattiveria da parte di giovinastri pronti a creare problemi in città e a umiliare i più fragili.

Da ieri sta impazzando in rete, ovviamente su Tik Tok divenuto il social delle bravate, il video realizzato dai componenti di una baby gang che terrorizzano i clochard, che per il freddo si ricoverano all’interno della Galleria Umberto I a Napoli.

Urla, minacce e lancio di oggetti, il tutto avviene in uno dei luoghi simbolo della città che però non è mai controllato e vigilato a dovere come in questo caso.

Il tutto a pochi giorni, peraltro, dallo sfondamento della vetrina di uno dei più noti negozi della Galleria.

A sconcertare è la libertà con cui questi teppisti sono diventati i padroni incontrastati della Galleria I di notte e di giorno.

Una condizione mortificante per i cittadini e per i visitatori della città che sono costretti a girare al largo per evitare di rimanere coinvolti in risse, rapine, bivacchi, schiamazzi e bravate di ogni genere.

A commentare l’accaduto su Facebook il consigliere regionale Borrelli: “Napoli e le sue bellezze storiche e architettoniche non meritano questo c’è bisogno di una seria presa di posizione contro questi atti di violenza gratuita verso i più deboli”. Sono le parole del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.

https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/884312022379898

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments