ROMA – L’Italia diventa da domani “zona rossa”. Ad annunciarlo in conferenza stampa il premier Giuseppe Conte. “I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante delle persone in terapia intensiva e purtroppo delle persone decedute. Le nostre abitudini vanno cambiate ora: dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell’Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti”.

Ci sarà da domani l’Italia zona protetta.

Stop ai viaggi se non per casi di salute e necessità inderogabili. Fa fede per gli spostamenti solo l’ auto dichiarazione.

Restano, con cautele, liberi i trasporti locali.

Divieto assoluto di assembramento nei locali con conseguente stop alla movida che diventa occasione di contagio.

“Da oggi è il momento della responsabilità -spiega Conte- la decisione giusta oggi è di restare a casa. Da oggi su tutto il territorio varranno le misure adottate nei giorni fa in Lombardia. Stop alle scuole e alle Università fino al 3 aprile. Stop a tutti gli sport anche al campionato di calcio! Da domani distribuiremo 100 mila mascherine negli istituti penitenziari, dove sono state montate 80 tende di pre-triage” per lo screening del coronavirus nelle carceri”.

La durata dei divieti, valida per tutta Italia, sarà fino al 3 aprile.

Sulla nuova misura del governo c’è stato “il plauso delle Regioni”. Lo dice il premier Giuseppe Conte che annuncia di aver informato il presidente della Repubblica “Ho informato il presidente della Repubblica”, ha aggiunto.

Sono 7.985 i malati per coronavirus in Italia, con un incremento di 1.598 persone rispetto a ieri. Il nuovo dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli nella conferenza stampa alla Protezione Civile. Le persone guarite sono 724, 102 in più di ieri ha affermato il commissario per l’emergenza.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments