NAPOLI – Il campo di via Mastellone a Barra evacuato l’11 agosto a seguito di un terribile incendio continua a bruciare e la situazione è diventata a dir poco tragica per i cittadini che abitano nelle sue vicinanze.

https://www.facebook.com/watch/?v=686022996127496

“Dal 10 agosto il campo a Via Mastellone a Barra brucia e noi cittadini insieme ai nostri poveri bambini siamo costretti a respirare diossina. Siamo esasperati. Ho persino fatto un esposto in questura a mio nome ma nulla cambia. Ogni mattina c’è puzza e fumo e le nostre case sono invivibili. Sono da due giorni che porto i bambini in altri luoghi ma la sera devo pur tornare. Non è possibile che ci hanno tolto pure l’aria.”- è una degli appelli lanciato dai cittadini che si sono rivolti al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

https://www.facebook.com/watch/?v=428586358573655

“Era una situazione, già prima dell’incendio, allarmante, ora è diventata critica e tutte le nostre preoccupazioni (e quelle ei cittadini) sono divenute purtroppo realtà. Continuiamo a chiedere ad Arpac di monitorare e di effettuare test per capire che pericoli ci siano per i residenti della zona. Ora è fondamentale fare in modo che qualora come denunciano i cittadini vi siano ancora dei roghi sotto le macerie vengano spenti del tutto e si parta con la bonifica dell’area. Questo però chiaramente non basta a risolvere la problematica a livello generale. Questi campi sono portatori di degrado, inciviltà, illeciti, abusi e rifiuti, per questo l’unica soluzione possibile è sgomberarli e smantellarli e le persone che vi vivono devono essere inserite in un programma di reinserimento sociale in modo che tali situazioni degradanti non si generino più. ”-ha commentato Borrelli che ha effettuato alcuni giorni fa un sopralluogo sull’area.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments