NAPOLI – Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca chiede al Governo un lockdown nazionale e specifica che in ogni caso “la Campania si muoverà in questa direzione a brevissimo”.

“I dati attuali sul contagio, OGGI 2280 positivi su 1500 tamponi, rendono inefficace ogni tipo di provvedimento parziale.

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 2.280
di cui:
– Sintomatici: 100
– Asintomatici: 2.180
Tamponi del giorno: 15.801

Totale positivi: 34.305
Totale tamponi: 830.767

​Deceduti: 12 (*)
Totale deceduti: 563

Guariti: 194
Totale guariti: 9.107

​Report posti letto Covid su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva complessivi: 227​
Posti letto di terapia intensiva occupati: 98​
Posti letto di degenza complessivi: 1.114
Posti letto di degenza occupati: 1.090
​​
(*) Deceduti tra il 20 e il 22 ottobre

“È necessario chiudere tutto, fatte salve le categorie che producono e movimentano beni essenziali (industria, agricoltura, edilizia, agro-alimentare, trasporti). E’ indispensabile bloccare la mobilità tra regioni e intercomunale. Non si vede francamente quale efficacia possano avere in questo contesto misure limitate. In ogni caso la Campania si muoverà in questa direzione a brevissimo”.

“Oggi, non domani, siamo chiamati a prendere decisioni forti, definitive ed efficaci per fare fronte a una situazione che è diventata pesante. Ogni giorno che passa rischia di aggravarsi in maniera insostenibile la situazione dell’epidemia, per questo ritengo che non ci sia un’ora di tempo da perdere”.

“Dobbiamo chiudere tutto per un mese, per 40 giorni, per frenare il contagio. Si lavora per spegnere focolai e la crescita esponenziale del contagio. È evidente che senza decisioni drastiche non possiamo più reggere dobbiamo farlo oggi perche’ siamo ancora in condizioni di reggere domani più”.

“Non voglio trovarmi di fronte ai camion militari che portano centinaia di base di persone decedute. Non siamo garantiti da nessuno che questo non avvenga, se non dalla nostra responsabilità, dalla correttezza dei nostri comportamenti e dalle decisioni che prendiamo da subito, altrimenti quelle immagini che abbiamo visto qualche mese fa sono destinate a entrare nella nostra vita in maniera drammatica”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments