Covid-19, Salvini contestato a Mondragone. 1 positivo in Campania (VIDEO)

    0

    NAPOLI – Gli ingredienti per un tranquillo lunedì di scontri c’erano tutti: gli attivisti dei centri sociali arrivati da Napoli per contestare, i militanti folgorati sulla via di Pontida, duecento agenti delle forze dell’ordine in tenuta antisommossa, la piazza di Mondragone che si trova proprio a ridosso dei palazzi dove è stato individuato un focolaio Covid e il leader della Lega, Matteo Salvini. Il tutto mescolato nel calderone della campagna elettorale per le regionali in Campania.

    Non curante della già alta tensione al di la delle transenne che delimitavano l’area del suo comizio, Matteo Salvini ha risposto alle offese che arrivavano dai manifestanti, alimentando ancora di più il clima di guerriglia. Qualcuno è riuscito a sabotare l’impianto audio, impedendo così al leader della lega di continuare il comizio.

    L’Unità di Crisi della Regione Campania comunica che prosegue lo screening relativo al Comune di Mondragone e zone limitrofe. Al momento sono emersi altri 23 casi, comprensivi di tutti i collegamenti ricostruiti, scaturiti dai tamponi effettuati nelle aree circostanti l’ex Cirio.

    Un caso positivo, in Campania, su 1.686 tamponi esaminati. Sono i dati, aggiornati alla mezzanotte di ieri, resi noti dall’Unità di crisi della Regione Campania. Ad oggi il totale dei positivi è di 4.666 persone su un totale di 279.246 tamponi. Zero i decessi registrati (431 il totale) e due le persone guarite (ad oggi il totale è di 4.073, totalmente guariti).

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments