NAPOLI – La Campania resta regione ‘gialla’ con Sardegna, Basilicata, Toscana, Provincia Autonoma di Trento, Molise. Lo prevede la nuova ordinanza che il ministro Speranza firmerà nelle prossime ore e che andrà in vigore a partire da domenica 17 gennaio.

Ma intanto il contagio Covid aumenta del 18% a Napoli dopo le festivita’ natalizie. È la fotografia che emerge dal report curato dall’Osservatorio epidemiologico, coordinato dall’equipe di Giuseppe Signoriello, docente dell’universita’ Vanvitelli, e dall’assessore alla Salute del Comune, Francesca Menna.

Il report evidenzia che nelle ultime due settimane sono stati notificati 2.588 casi, + 18% rispetto alle due settimane precedenti, quando i nuovi casi erano stati 2.202. Il tasso di mortalità risulta essere quasi il doppio rispetto a quello della Campania (82.6 casi per 100mila abitanti contro 47.2).

“Curva altalenante a Somma Vesuviana con complessivi 43 nuovi positivi dal 7 Gennaio ad oggi, dunque ben lontani dai numeri altissimi di fine 2020, ma dobbiamo prestare particolare attenzione perché abbiamo dati che si alternano con una curva in discesa, poi in risalita, nuovamente in discesa e poi in risalita. Oggi ad esempio abbiamo registrato 11 positivi, ieri un solo positivo. In questo momento abbiamo 80 positivi attivi, di cui 2 ricoverati in ospedale e abbiamo 31 persone in sorveglianza sanitaria. Rispettiamo tutti rigorosamente le norme e atteniamoci al buon senso. Dunque mascherina sempre! Alcuni recenti studi scientifici hanno dimostrato che i ragazzi in fascia di età adolescenziale trasportano il virus. Dunque chiedo ai giovani di non sostare fuori a bar e locali in assembramento e senza mascherina. Siamo vicini al traguardo, abbiamo contenuto la diffusione del virus, abbiamo controllato la curva ma dobbiamo stare attenti. Ricordiamoci di sanificare i condomini, i negozi una volta a settimana e di non affollare gli ambienti chiusi”. Lo ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.

Il presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo esprime soddisfazione per la conferma dello status di “zona gialla” della Campania: «E’ un’opportunità troppo importante per la sopravvivenza delle nostre attività commerciali che non possiamo perdere. Il vantaggio accumulato non va disperso ed è per questo che, insieme alla Fiepet, stiamo facendo un appello a tutti, imprenditori e consumatori: c’è bisogno di avere il massimo rigore nel rispettare le regole anti-Covid, ovvero sanificazione, distanziamento, mascherina e assembramenti da scongiurare. Sarebbe un delitto sprecare questa opportunità importante per la nostra economia».
Schiavo è inoltre soddisfatto del dialogo continuo che Confesercenti sta avendo con il Governo. «In questo senso abbiamo ottenuto lunedì un importante incontro: il presidente di Fiepet Nazionale/Confesercenti avrà una riunione con il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri per analizzare la situazione e quantificare gli ulteriori danni che i bar e la ristorazione avranno a causa della chiusura dell’attività, e del divieto di asporto per i bar, anticipati alle 18. Confesercenti sta facendo pesare il ruolo di associazione di categoria che ha rapporti quotidiani con il Governo. La speranza è che quest’ultimo ascolti le nostre istanze. I nostri sforzi – conclude Vincenzo Schiavo – sono ora tutti mirati a sostenere nel modo più adeguato le altre attività ancora chiuse, ovvero i centri sportivi, le sale da ballo, i cinema e i teatri e tutta la filiera del wedding: chiediamo anche per loro immediata riapertura o almeno che abbiano subito ristori certi e adeguati».

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 1.150 (di cui 73 casi identificati da test antigenico rapido)
di cui
Asintomatici: 978
Sintomatici: 99
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 13.929 (di cui 1.353 antigenici)

Totale positivi: 204.996 (di cui 73 antigenici)
Totale tamponi: 2.208.602 (di cui 1.353 antigenici)​

​Deceduti: 37 (*)
Totale deceduti: 3.335

Guariti: 933
Totale guariti: 128.728

* 17 deceduti nelle ultime 48 ore e 20 deceduti in precedenza ma registrati​ ieri​

​Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 93
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.401

** Posti letto Covid e Offerta privata

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments