NAPOLI – La Campania resterà in zona Gialla per almeno un’altra settimana. Gli ultimi dati dell’istituto Superiori di Sanità non fanno cambiare fascia alla nostra Regione, nonostante l’aumento dei contagi e degli indici di occupazione dei posti letto negli ospedali. Lo ha confermato anche il governatore, Vincenzo De Luca, che ha però lanciato l’allarme: “Se nel prossimo fine settimana, che coincide con San Valentino e Carnevale, a livello nazionale non si attiveranno controlli, tra quindici giorni assisteremo a una nuova esplosione del virus”.

Si prova ad accelerare sui vaccini e, anche su questo argomento, De Luca ha rivelato: “Stiamo provando ad acquisire vaccini anche al di fuori del mercato italiano”.

La situazione generale della Regione, nonostante sia ancora sotto controllo, comporta comunque criticità.

A Pozzuoli, cinque classi dell’istituto Comprensivo ‘De Amicis-Diaz’ sono rimaste oggi a casa in isolamento domiciliare fiduciario per due casi di positività al Covid 19. La misura precauzionale è stata adottata dalla dirigenza scolastica in seguito alla positività accertata che ha riguardato una docente ed una allieva.
Ad Atena Lucana il sindaco, Luigi Vertucci, chiude le scuole primaria e secondaria di primo grado per un caso di contagio.

Infine a Torre Annunziata dopo giorni di continua crescita nel numero dei contagi, prima inversione di tendenza a seguito delle misure restrittive imposte dal sindaco Vincenzo Ascione che, con una specifica ordinanza, ha disposto tra l’altro la chiusura delle scuole e l’interdizione di alcuni luoghi pubblici e strade a rischio assembramento. Il rapporto tamponi/positivi si attesta al 13,74% (ieri era superiore al 19%).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments