NAPOLI – Dopo 14 anni il cardinale Crescenzio Sepe si prepara a lasciare la Curia di Napoli.

La notizia era nota da tempo, così come il nome del successore che ha cominciato a circolare come indiscrezione gia qualche settimana fa.

A ufficializzare la scelta di Papa Francesco è stato lo stesso arcivescovo Sepe che questa mattina ha convocato stampa e clero nel salone del palazzo arcivescovile per annunciare l’imminente arrivo di Domenico Battaglia, 57 anni, calabrese, vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata dei Goti (Benevento) dal 2016.

Ai napoletani il nuovo arcivescovo ha già rivolto un pensiero, messo su carta e letto da Crescenzio Sepe durante l’incontro con i giornalisti.

A fine Gennaio diventerà effettivo il nuovo corso, salutato già dal sindaco de Magistris che ha conosciuto Battaglia, originario della provincia di Catanzaro, quando era pm in Calabria.

Al nuovo arcivescovo di Napoli anche gli auguri di Giovanni Caporaso sindaco di Telese Terme, comune che rientra nella diocesi presieduta fino ad oggi da don Domenico battaglia.

Crescenzio Sepe non lascerà Napoli, a fine corso si trasferirà negli alloggi della Basilica di Capodimonte.

Commosso ma abile nel trattenere le lacrime, con i modi scherzosi che hanno contraddistinto la sua azione pastorale, dalle aste di beneficenza alle marce anti camorra e iniziative come la Casa di Tonia per dare ospitalità e assistenza alle giovani madri in difficoltà, il cardinale Sepe ha annunciato un’iniziativa per salutare i napoletani

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments