L’ennesima vergognosa rissa tra ragazzi, che violano il coprifuoco, e si pestano a sangue.

E’ l’ultimo video virale registrata da un cellulare di un cittadino di Portici e postata sui social che in poche ore ha creato imbarazzo e indignazione.

Cinquanta secondi di pura follia e violenza arrivano da Portici che testimoniano un pestaggio in piena regola con pugni al volto, calci nello stomaco rifilati a un uomo finito a terra. E ancora le grida, gli insulti, le minacce.

Scenario una delle strade che portano a piazza Poli, epicentro della movida vesuviana.

Un luogo di ritrovo per i tanti giovani della zona, nonostante le restrizioni imposte per fronteggiare la pandemia.

Sono le 23 e 30 di sabato sera.

Un filmato finito anche nelle mani dei carabinieri che hanno aperto un’indagine sulla vicenda.

Nessuno, infatti, ha sporto denuncia o allertato le forze dell’ordine mentre era in corso lo scontro.

Al vaglio delle dei militari dell’Arma ci sono però anche i filmati ripresi da altre telecamere della zona, comprese quelle della videosorveglianza comunale.

Il Vesuviano, precisamente Ercolano già mesi fa fu scenario la scorsa estate di un’altra maxi rissa scoppiata a causa di uno sguardo di troppo verso una ragazzina.

Quella volta a darsela di santa ragione furono dei minorenni.

Ma la deriva violenta negli ultimi tempi sembra non fermarsi.

E’ di pochi giorni fa il pestaggio a un ragazzo trans gender a Torre del Greco.

Il video riprende due ragazzi inseguirlo e prenderlo a calci. Nelle ultime ore sarebbero stati individuati dai carabinieri.

E la notte tra sabato e domenica Piazza Mercato a Napoli è stata scenario di un rodeo di auto e motorini.

Circa 100 mezzi hanno strombazzato e rombato al centro del piazzale da poco restaurato per sfidare le forze dell’ordine accorse sul luogo.

Al vaglio degli inquirenti i filmati della videosorveglianza per risalire alle targhe dei mezzi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments