NAPOLI – Il palo colpito da Fabian Ruiz ferma la rincorsa del napoli a Inter e Juve. Una vittoria poteva rilanciare gli azzurri che invece si leccano le ferite dopo il pari imposto da un’ottima Spal.

L’1-1 impedisce agli uomini di Ancelotti di accorciare le distanze dalla vetta del campionato.

Una partita cominciata con ben altre premesse, visto il vantaggio ottenuto dal Napoli gia al 9′ con Milik: ma dopo soli sette minuti la Spal va in rete con Kurtic, e da allora gli ospiti non riescono più a trovare un’offensiva vincente.

Male Insigne mai capace di dettare i tempi del gioco, a salve Mertens sostituito nella difesa, impreciso e sfortunato Milik, impalpabile Elmas.

La gara di Ferrara oltre che per il pari consegna allo spogliatoio azzurro l’ennesimo infortunato della stagione. Malcuit esce dal campo con una presunta lesione del legamento crociato. Oggi gli esami a Villa Stuart a Roma che daranno il responso.

Tra le polemiche della gara quanto accaduto al 37′ quando Vicari ferma con il braccio lo spunto in area di Mertens: l’arbitro fischia il calcio di rigore ma la Var cancella il penalty tra le proteste degli azzurri.

“Sono dispiaciuto per l’esito della gara, ma ho poco da rimproverare alla squadra per la prestazione”. Carlo Ancelotti commenta così il pareggio di Ferrara.

“I ragazzi hanno dimostrato di essere in salute e di non accusare la stanchezza per gli incontri ravvicinati perchè abbiamo spinto fino alla fine”.

“Abbiamo colpito un palo, due o tre palle sono passate ad un nulla dalla porta, il portiere ha fatto almeno due parate importanti. Giocando così alla fine i risultati arrivano, oggi non siamo stati molto fortunati”.

“Sono partite in cui è difficile trovare spazi eppure siamo stati bravi ad allargare la manovra ed arrivare più volte alla conclusione”.

“Ribadisco che la prestazione mi ha soddisfatto, la squadra è viva e non dobbiamo abbatterci. Già mercoledì abbiamo una sfida importante contro l’Atalanta e dobbiamo guardare avanti lavorando con convinzione”.

“Ce l’abbiamo messa tutta per cercare di vincere fino alla fine”. Lorenzo Insigne esprime il proprio rammarico per il pareggio contro la Spal.

“Siamo dispiaciuti per una vittoria che ci è sfuggita pur avendo creato tanto. Purtroppo abbiamo sprecato alcune occasioni e non siamo neppure stati fortunati con il palo di Fabian”.

“Sotto il profilo della prestazione abbiamo dato tutto davvero, l’unico difetto è non essere riusciti a trasformare in gol la superiorità. Peccato ma adesso dobbiamo subito pensare al match di mercoledì contro l’Atalanta. La strada è ancora lunga…”.

“Siamo dispiaciuti per la vittoria sfumata, ma non molliamo e proseguiamo nel nostro cammino”. Kalidou Koulibaly commenta così il match contro la Spal.

“Volevamo conquistare i 3 punti e ci abbiamo provato fino alla fine. Peccato non esserci riusciti, però abbiamo giocato con grande intensità fino alla fine”.

“L’errore è stato quello di non aver saputo difendere il vantaggio iniziale, lì potevamo fare meglio e chiudre la gara. Sono reti che non dobbiamo subìre ed è un aspetto da migliorare”.

“Dopo però abbiamo dominato e potevamo segnare il gol della vittoria in varie occasioni. C’è rammarico ma non certo rassegnazione. Dobbiamo reagire subito e già mercoledì abbiamo una partita importante per poter risalire la classifica”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments