NAPOLI – Sono arrivate poco dopo le 7 all’Ospedale del Mare e poi distribuite a 7 strutture, compreso una RSA dell’Asl Napoli 1, le prime dosi del vaccino Pfizer/BionTech che oggi sono state inoculate agli operatori sanitari.

All’ospedale “Cotugno” di Napoli presidio di primissima linea nella lotta alla peste del 2020 è giunto anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

A ricevere per primi le dosi l’infettivologo Rodolfo Punzi e un’infermiere del nosocomio collinare.

Le operazioni sono proseguite fino alle 17 nei cinque box allestiti in una tenda all’esterno del Cotugno.

Per il “V-Day”, sono state attivate sette postazioni in altrettanti ospedali della Campania: Cotugno, Cardarelli, Ospedale del Mare (Napoli); San Sebastiano (Caserta), Moscati (Avellino), San Pio (Benevento), Ruggi d’Aragona (Salerno). In ogni presidio saranno somministrate le 100 dosi di vaccino previste, a operatori sanitari e medici ancora oggi in prima linea nella lotta al Covid. Il via alle vaccinazioni è previsto in ogni struttura alle ore 10 circa. Saranno vaccinati, a partire dalle ore 13, anche 20 operatori di una Residenza per anziani dell’Asl Napoli 1.

La prima operatrice sanitaria a cui è stato iniettato il vaccino nell’ospedale Ruggi di Salerno è stata Maria Lombardi, coordinatrice dell’area multi-specialistica Medicina d’Urgenza dell’Area Covid. Un momento salutato con un applauso da parte dei presenti.

“Consiglio vivamente a tutti di vaccinarsi perché in questo momento è l’unica possibilità che abbiamo per riprenderci la nostra vita”, ha detto all’uscita la donna, che, portando in petto la spilletta ‘Mi sono vaccinato’, si è definita “orgogliosa di rappresentare il reparto”.

Si chiama Ginetta De Marco, infermiera del Pronto Soccorso dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, la prima persona cui è stata somministrato il vaccino anti-Covid nel Casertano.

All’ospedale di Caserta saranno vaccinati cento tra medici e infermieri del Pronto Soccorso, in servizio all’ospedale modulare, ubicato a fianco all’azienda ospedaliera, dove c’è il reparto Covid, quelli delle unità operative a più stretto contatto con tali pazienti, come pneumologia, malattie infettive.

Le operazioni del Vax Day andranno avanti fino alle 16 di oggi; poi, nelle prossime settimane, la campagna di vaccinazione entrerà nel vivo. Presente alle 10, alla prima vaccinazione, anche il sindaco di Caserta Carlo Marino, che parla di “momento storico per Caserta e la provincia. Questo 27 dicembre 2020 sarà ricordato come un giorno speciale, un giorno di rinascita nel quale, dopo i tanti sacrifici fatti con responsabilità nel corso di un anno difficile, abbiamo avviato una massiccia controffensiva contro questo maledetto virus.

Vacciniamoci tutti, proteggiamo noi stessi e i nostri cari, un gesto di responsabilità indispensabile per mettere fine ad una pandemia che ha stravolto le nostre vite. Ma guai ad abbassare la guardia”. (ANSA).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments