stupratori

SAN GIORGIO A CREMANO – “Una violenza bestiale”. Così l’ha definita il gip Valeria Montesarchio che ieri ha convalidato l’arresto per i tre giovani Alessandro Sbrescia, 18 anni, Raffaele Borrelli e Antonio Cozzolino, entrambi 19 anni accusati di stupro nei confronti di una ragazza 24 enne di Portici.

Il branco era entrato in azione all’interno del vano ascensore della stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano.

Il giudice ha ritenuto la versione della ragazza «credibile» e «attendibile».

Alle accuse depositate dal sostituto procuratore Cristina Curatoli, che nelle prossime ore ascolterà anche la 24enne vittima della violenza, si aggiungeranno nei prossimi giorni gli esami del DNA e le analisi tecniche sui dispositivi cellulari dei tre giovani che continuano a sostenere la tesi che la ragazza fosse stata consenziente.

Sulla convalida del fermo è intervenuto da Napoli anche il presidente della Camerra Roberto Fico che ha precisato: “I responsabili del terribile stupro della ragazza a San Giorgio a Cremano sono stati arrestati, ma noi dobbiamo arrivare molto prima. Dobbiamo riuscire a formare queste persone, educare, dobbiamo riuscire a tenere le scuole aperte, a fare centri di formazione e di aggregazione, piazze sociali. Dobbiamo investire in assistenti sociali e nei formatori”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments