NAPOLI – La Campania e la Toscana sono diventate ‘zona rossa’. Il Ministro della Salute Roberto Speranza firmerà in serata una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica 15 Novembre. Passano in area rossa le regioni Campania e Toscana e in area arancione le regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche.

LE LIMITAZIONI IN ZONA ROSSA

Si può uscire dalla Regione solo per comprovate esigenze: lavoro, salute, emergenze (anche di altre persone che si intende raggiungere).

Si può entrare in Regione solo per comprovate esigenze.  (In questi casi va utilizzata l’autocertificazione e in tutti i casi di spostamento per comprovate esigenze va usata l’autocertificazione). 

E’ vietato ogni spostamento all’interno del territorio salvo che per comprovate esigenze (vietato quindi anche lo spostamento fra diversi comuni). 

Da domenica 15 novembre saranno chiusi negozi, mentre restano aperti quelli di pubblica necessità: negozi di generi alimentari, per animali, edicole, tabacchi, lavanderie, parrucchieri e barbieri. I negozi chiusi possono comunque effettuare attività di consegna a domicilio, purché senza riaprire i locali.

Bar, ristoranti, pasticcerie e gelaterie sono sempre chiusi. Consentito l’asporto dalle 5 alle 22. La consegna a domicilio è sempre consentita. I servizi di ristorazione restano aperti solamente negli ospedali, negli aeroporti e nelle aree di servizio lungo le autostrade.

Sono ammesse le passeggiate ma solo vicino all’abitazione in forma individuale, rispettando la distanza di un metro e indossando la mascherina.

Chiuse le scuole di ogni ordine e grado.

Non sono permesse fiere, convegni e eventi a loro assimilati, come i mercatini di Natale. Chiusi i musei e le mostre. Chiusura anche per teatri e cinema.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments