20170620_133332

NAPOLI – 13 chef, 13 ricette, 13 formati di pasta, 10mila visitatori: tutto questo è statoPasta in Spiaggia”, la festa di Marina del Cantone organizzata dai Consorzi Pasta di Gragnano Igp e  AmoNerano che già lo scorso anno ha riscosso un grande successo. Una festa attesa da turisti stranieri e italiani che d’estate animano uno dei luoghi più suggestivi della Campania la Baia di Ieranto.

La formula dell’evento ha visto un abbinamento tra ristoranti locali e pastifici che, coadiuvati dalla bravura gastronomica di chef stellati, hanno servito sotto le stelle, trafile di pasta realizzate negli storici pastifici di Gragnano condite con i prodotti tipici del territorio: dal pomodorino, al pesce  fino alle verdure di stagione.“Il bello di Nerano e il buono di Gragnano insieme – ha dichiarato Maurizio Cortese, direttore del Consorzio Pasta di Gragnano IGP – per la promozione della costa delle Sirene e per fare da traino all’economia turistica del posto. Abbiamo il bello e siamo il buono: la Campania è una delle regioni più visitate al mondo per le sue bellezze naturali e storiche, i suoi paesaggi e qui si trova anche il buono perché abbiamo delle grandissime eccellenze gastronomiche dall’olio, al pomodoro, alla pasta, alla mozzarella. Un matrimonio naturale, dunque: Gragnano è la città mondiale della pasta e questa è una delle coste più belle del mondo”.“E’ meraviglioso – ha detto il Presidente del Consorzio Pasta di Gragnano IGP, Giuseppe Di Martino – mangiare un piatto di pasta sulla spiaggia di Nerano. Gragnano ha la necessità di girare il mondo, di andare in tutte le tavole. Poi ogni tanto torna a casa e trova il mondo. Il Consorzio si è messo alla testa di un progetto importante, quello di promuovere un territorio oltre che la pasta. La geografia è fondamentale perché proprio il marchio IGP è dovuto soprattutto al luogo in cui ha origine il prodotto. E’ il territorio rappresenta la forza della pasta di Gragnano per l’esperienza e la conoscenza. La pasta di Gragnano però senza i suoi interpreti diventa un prodotto  commerciale. Qui, invece, con la maestria dei grandi chef di tutti i ristoranti della baia, riesce a trasformare la pasta in un prodotto dell’anima”.Soddisfatta Mariella Caputo, presidente del Consorzi AmoNerano: “Il connubio tra noi e il Consorzio Pasta di Gragnano IGP nasce dal desiderio di promuovere il nostro territorio nel modo migliore possibile: la pasta è una eccellenza della nostra Italia e della nostra Dieta Mediterranea. E’ stata naturale questa unione poiché Nerano è famosa per un piatto di pasta: gli spaghetti alla Nerano”.

{youtube}Glk-NQMK_v4{/youtube}

{youtube}tPum5X7TcQQ{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments