LOGO_MILLE

NAPOLI – Quattro vini per quattro pizze: un percorso di degustazione per esplorare l’abbinamento vino-pizza e per conoscere la ricerca gastronomica di 1000 Gourmet la nuova pizzeria di Chiaia che propone un nuovo concept di pizza: da farine non raffinate, creativa per impasto ed ingredienti, servita a spicchi per un nuovo rito di consumo.

  Martedì 6 febbraio a condurre la serata sarà Tommaso Luongo, Delegato dell’Associazione Italiana Sommelier di Napoli, che per l’occasione ha selezionato quattro vini in abbinamento a quattro creazioni – di cui due assolutamente inedite – del pizzaiolo Giuseppe Maglione: quattro pizze d’autore pensate per palati curiosi e gourmand che propongono accostamenti insoliti e materie prime di eccellenza come i gamberi di Mazara del Vallo con il tartufo nero di Bagnoli Irpino, il Carciofo bianco del Tanagro con il pesto di mandorla e melanzana. Tra degustazione e racconto, il pubblico sarà accompagnato in un vero e proprio percorso eno-gastronomico alla scoperta di inedite liaison e di tecniche di abbinamento.

Il menu si apre con le montanarine e un calice di Asprinio d’Aversa Trentapioli di Salvatore Martusciello e prosegue con quattro pizze e altrettante etichette di rinomate cantine:

  • Focaccia con burrata di bufala, gamberi rossi di Mazara del Vallo e tartufo nero di Bagnoli 

Fiano di Avellino, Pietracupa

  • Antonella: radicchio scottato, carciofo del Tanagro, mozzarella di bufala, pesto di mandorla e melanzana, confettura di limone 

Falanghina Alabastra, Pintore&Valentino

  • Tonnacchia: pesto di rucola e parmigiano, provola, tonno scottato, glass di aceto balsamico, pesto di sesamo e scarola fresca 

Coda di Volpe, Vadiaperti 

  • Spadaccina: impasto con farina di mandorle, ricotta fresca, pesce spada scottato, pesto di mandorle e melanzane, confettura di limone, lattughino

Greco di Tufo Vigna Cicogna, Benito Ferrara

La serata è su prenotazione e a posti limitati, ha un costo per persona di euro 25,00.

1000 Gourmet

1000 Gourmet Pizzeria è il nuovo indirizzo di Chiaia che vuole raccontare una pizza diversa: da farine non raffinate, gastronomica, gluten free, in versione senza lattosio, creativa per la sperimentazione di impasti aromatizzati, servita a spicchi per un nuovo rito di consumo. 1000 Gourmet perché ogni palato è un mondo – recita il claim dell’insegna – e sono almeno mille i palati da soddisfare. È questo il concept con cui nasce questo progetto, pensato per soddisfare nuovi segmenti di mercato e un pubblico sempre più consapevole, curioso ed esigente. Giuseppe Maglione è lo chef pizzaiolo, terza generazione di una famiglia di pizzaioli. Irpino di origine e classe 1978, dalla nonna Anna Daniele, pizzaiola negli anni Trenta nei vicoli di Napoli, ha imparato l’arte bianca, arte che ha affinato nel tempo muovendosi tra tradizione e nuove sperimentazioni. <Dopo anni di pizze tradizionali ho iniziato una mia ricerca e dal 2016 uso esclusivamente farine di tipo 2 per il mio impasto e amo studiare nuovi abbinamenti di sapore>. Il disco della pizza diventa dunque la base di sperimentazioni gastronomiche, di incontri di territori e sapori: la patata viola con lo speck dell’Alto Adige Igp, i fichi bianchi del Cilento con il lardo e il Gorgonzola Dop, ed ancora il Fior di latte di Agerola e la ‘Nduja di Spilinga. Al centro c’è la ricerca e la selezione di materie prime di eccellenza: ingredienti freschi, certificati e di qualità, rigorosamente italiani. Sono salumi e formaggi artigianali a marchio Dop o Igp, Presidi Slow Food, produzioni da colture biologiche o comunque da filiera corta e controllata. Tra le particolarità di Giuseppe Maglione ci sono gli “Impasti aromatizzati” che rappresentano la sua ricerca più ardita: al Limone, alle Noci e al Cacao. La pizza senza glutine è l’altro punto di forza di 1000 Gourmet: preparata con farina certificata e lavorata in ambiente separato, viene infornata in un forno dedicato senza rischi di contaminazione. Ai consumatori celiaci è stata dedicata un’attenzione particolare: dall’antipasto al beverage con l’offerta di birre senza glutine.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments