Presepe_Roma_capoccia_1

SORRENTO- È, come ogni anno, il presepe più originale e stuzzicante della penisola sorrentina… di quelli da mangiare con gli occhi e non solo. Una golosa scultura di oltre 300 chili realizzata in 3 settimane tutta in cioccolato bianco e zucchero.

A firmarla, il pasticciere delle celebrity Antonio Cafiero, che stavolta ha deciso di dedicare l’opera al cantautore romano Antonello Venditti, amico “ritrovato” dopo 20 anni, e ad una delle sue canzoni più amate: “Roma capoccia”.Protagonisti dell’insolito presepe, posizionato all’ingresso della nota Gelateria Primavera di Corso Italia a Sorrento, oltre agli insostituibili Madonna, San Giuseppe e bambinello e allo stesso Venditti con l’inseparabile pianoforte, anche tutti gli scorci della capitale “suggeriti” dal brano e pure qualche chicca. Dal Cupolone di San Pietro al Colosseo passando per il fontanone dell’Acqua Paola e le new entry: Papa Francesco, Francesco Totti e il delizioso murales col Pontefice apparso a Borgo Pio, attribuito da qualcuno (erroneamente) allo street artist Banksy.“Quest’estate, dopo 20 anni ho ritrovato l’amico Antonello Venditti – racconta il pasticciere Antonio Cafiero – uno dei miei artisti preferiti. Non a caso, mia figlia Sara deve il nome proprio ad una delle sue canzoni più conosciute. Abbiamo trascorso ore spensierate assieme, come una volta, e da lì l’idea di un presepe dedicato a lui e ad uno dei suoi capolavori”.La golosa scultura sarà visitabile fino al 6 gennaio.   

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments