MADDALONI – Oltre il vegano. E oltre il vegetariano.

E’ il mondo dell’ortofrutta che entra, di diritto, nella ristorazione.

Non più dalla porta secondaria, ma da quella principale. E’ stato questo il senso dell’intervento dell’imprenditore Pasquale Calviati, attivo nella distribuzione di ortaggi, frutta e verdura al settore ho.re.ca alla scuola Dolce e Salato.

Invitato dallo chef Giuseppe Daddio all’evento straordinario legato al mondo della formazione professionale e il benessere sociale nel corso del quale si è lungamente dibattuto sul Metodo Cilento, Pasquale Calviati, ha centrato il discorso su Green, Bio, Stagionale.

Parole d’ordine: local, inteso come chilometro zero, biodiversità, freschezza.

Di certo l’attenzione degli chef, complice anche la formazione professionale, si sta sempre di più dirigendo anche verso la sostenibilità, e quindi, verso l’ortofrutta.

Concorde, soprattutto per il ruolo che può avere la formazione professionale della diffusione della cultura della Dieta Mediterranea, patrimonio immateriale Unesco, l’assessore regionale Filippelli

Sullo sfondo anche il libro dello scrittore esperto di enogastronomia Luciano Pignataro sul Metodo Cilento.

La serata è stata moderata dal giornalista Peppe Iannicelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments