NAPOLI – Possibile? Possibile mai? Possibile che prima di giovedì scorso io non abbia mai assaggiato le bontà di Zio Rocco?? E bene si ragazzi, dovevo assolutamente colmare questa mia lacuna…e a dire il vero fino ad oggi ho anche bissato. Siamo a due passi da Piazza Nazionale e dalla Stazione Centrale e lui, Zio Rocco con il suo faccione ben in mostra, ti invita ad assaggiare le sue prelibatezze. Ce n’è per tutti i gusti, senza lasciare nulla al caso; dimenticatevi quei stucchevoli cornetti o simil tali, con creme di dubbia provenienza…qui si parte dall’ischitano vuoto…puro, semplice e lineare…e dalla doppia sfoglia…perfetto equilibrio e gusto. Per passare al mio preferito lo ammetto la Brioche Pandoro, che con l’aggiunta della crema al latte di bufala diventa sublime; si prosegue con il Patacchione fino ad arrivare alla grande news dove il pastry chef è riuscito a coniugare passione, per il suo lavoro, e l’amore, quello per la figlia…né è venuto fuori il cornetto che racchiude una cheescake calda: il Santha Giorgia 2.0. “È il prodotto che mi sta più a cuore perché dedicato alla mia principessa Giorgia e al suo amore per il colore viola. All’interno di un lievitato al primo morso troverete una cheescake, stavolta calda”, così “Zio Rocco” nel raccontare la sua ultima invenzione, disponibili nei “Lab Store” a Napoli in vico Polveriera 27 e su Uber Eats, e a Pomigliano d’Arco in via Roma 161 e su Alfonsino. Per realizzarlo ha unito l’impasto brioche ai mirtilli semicanditi a una sfoglia italiana girata a 36 strati, all’interno cremoso ai 4cheesecake (philadelphia, yogurt, panna, mascarpone), ragù di sottobosco avellinese e crunch di biscotto Digestive ai cereali. In superfice bouquet di frutti rossi freschi. Nel Menù di Zio Rocco troverete tanto e tanto altro ed anche un’attenzione particolare per i celiaci con un prodotto fatto a posta per loro…non resta che farci un salto o ordinare on line…che il dolce sia con voi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments