La cucina di Natale tra tradizione e innovazione (VIDEO)

0

NAPOLI (di Raffaele De Lucia) – Mercatini già pieni di frutta verdura e pesce, cittadini e massaie pronti a scegliere il meglio da portare in tavola per Natale.

L’aria che si respira in queste ore a Napoli è quella della grande abbuffata. Perché se è vero che sotto l’abero si risparmia, a natale il napoletano mangia tutto quello che durante il resto dell’anno non può permettersi.

Il menù è ricco e variegato dall’immancabile spaghetto a vongole alla frittura di pesce del golfo, passando per l’insalata russa e quella di rinforzo.

I dolci sono una tradizione e lì non si può sbagliare. A declinare il menù zuccherino perfetto è il Gran Caffè Gambrinus.

Immancabile il baccalà che Salvatore Susta declina in 3 piatti tipici.

Per gli amanti della tradizione la cioccolata calda da passeggio di fine ‘800 del Bar Luise.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami