NAPOLI – Conto alla rovescia per L’Uovo della Ricerca, l’iniziativa ideata dalla Sbarro Health Research Organization (SHRO), organizzazione specializzata nella ricerca su cancro, diabete e malattie cardiovascolari fondata a Philadelphia dall’italo americano Antonio Giordano ed attiva in Italia attraverso collaborazioni prestigiose con la Fondazione Pascale, il Centro ricerche oncologiche Mercogliano (Crom), la Temple University di Philadelphia, l’Università di Malta, l’Università di Siena, l’Università Vanvitelli, l’Università Federico II, l’Università di Palermo, l’Università de L’Aquila, l’Università di Ferrara ed il C.O.R.E di Reggio Emilia.

L’iniziativa di solidarietà consiste in una vendita di uova di Pasqua realizzate artigianalmente e commissionate direttamente da SHRO, il cui ricavato andrà interamente in beneficenza, finanziando un progetto sul tumore alla mammella per le donne in età pre – screening. Per acquistare le uova basterà contattare la SHRO attraverso i canali Instagram e Facebook istituzionali o scrivendo a donation@shro.org.

A testimonianza della bontà del progetto, diversi imprenditori hanno affiancato l’iniziativa: Vincenzo Giacomini ceo di MCE Finance S.p.A, i fratelli Petrone di Petrone Group leader nel campo farmaceutico, il gruppo RIGENERA HBW, De Clemente S.p.A, Gianfranco Capua di Capua 1880 leader nella produzione di bergamotto, Castaldo Group, il gruppo armatoriale Tomasos ed i fratelli Nappa di Grafica Nappa che hanno realizzato il packaging.

“Siamo molto contenti di poter contare da oggi sulla collaborazione di una società che, fin da subito, si è resa disponibile al sostegno morale e concreto, sposando e condividendo i principi che ci spingono a lavorare quotidianamente per la lotta a cancro e malattie rare”, ha dichiarato il presidente della SHRO Antonio Giordano.

Pienamente soddisfatto il vicepresidente di SHRO Giancarlo Arra, promotore dell’intesa: “Conoscendo personalmente gli imprenditori che ci hanno sostenuto, sapevo che l’iniziativa avrebbe trovato terreno fertile per un adeguato sostegno e sono felice di aver tracciato un percorso di collaborazione duraturo nel tempo con delle società solide ed affidabili: quello che abbiamo iniziato oggi, infatti, non sarà un’iniziativa fine a se stessa ma la prima di una lunga serie già in programma”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments