POMPEI – Il progetto Fassoneria, nato nel 2013 da un’idea del giovane imprenditore torinese Fabrizio Bocca, annuncia oggi una svolta importante nel suo percorso.

Per la prima volta insieme in un progetto di questo genere, due realtà di rilievo nel mondo della carne piemontese uniscono le loro forze nell’intento di rafforzare l’identità della carne Fassona e divulgarne la cultura in tutta Italia.

A incontrarsi nel marchio Fassoneria sono infatti oggi Compral e Coalvi, due dei soggetti che più rappresentano la carne piemontese di qualità.

All’interno di Fassoneria era già presente da tempo Compral, cooperativa agricola di allevatori della provincia di Cuneo, operativa nel settore da più di trent’anni e conosciuta per la sua qualificata professionalità e la sua serietà commerciale.

Nel 2014, infatti, Compral aveva acquisito il 50% della società che faceva capo alla Fassoneria, contribuendo a trasformare quella che inizialmente doveva essere una piccola hamburgeria gourmet in un brand di successo, con un prodotto di altissima qualità garantito dagli “Allevatori di Razza”, che da allora diventarono claim e volto della catena di locali.

Oggi, Compral e Fabrizio Bocca danno il più caloroso benvenuto in società a Coalvi, che acquisisce il 33% di Fassoneria. Il Consorzio di Tutela della Razza Piemontese Coalvi è il primo organismo in Italia ad aver messo a punto un disciplinare di etichettatura volontaria sviluppato esclusivamente per la Razza Piemontese, attivo dal 1984.

Un player fondamentale, il cui ingresso conferisce una connotazione completamente nuova al progetto Fassoneria.

Da oggi, infatti, Fassoneria si fa portavoce della qualità della Razza Piemontese in giro per l’Italia, proponendosi di svilupparne e rafforzarne l’identità e promuovendone le qualità
attraverso i suoi diversi punti vendita sparsi sul territorio.

Un passo fondamentale nella storia di un marchio diventato nel giro di pochi anni un brand di successo, grazie alla sua volontà di costruire una maggiore cultura intorno al mondo della carne, a cominciare dal fatto di utilizzare un prodotto di grande qualità, proveniente da una filiera corta e garantita.

Oggi la Fassoneria si presenta sul mercato italiano come un progetto rafforzato, maturo, consapevole. Il portavoce sul territorio italiano della qualità superiore della carne di Razza
Piemontese.

“Per Coalvi, che ha come obiettivo la valorizzazione dei bovini di Razza Piemontese, il fatto di entrare a far parte di Fassoneria è importante, perché l’immagine di qualità che si vuole trasmettere con questi ristoranti è assolutamente in linea con le nostre azioni”, spiega Giorgio Marega, direttore del Coalvi. “I dati ci dicono che i consumi della carne si spostano sempre più dalle abitazioni al fuori casa, e quindi per noi appare strategico approcciarci a un’esperienza importante nel comparto della ristorazione. Inoltre, Fassoneria ha anche obiettivi che riguardano nuovi territori, il che ci permetterà di promuovere il bovino di Razza Piemontese anche su mercati lontani dal Piemonte”.

“Dal nostro punto di vista è un passaggio fondamentale, che va nella direzione di strutturare sempre meglio e in modo sempre più efficiente la proposta di Fassoneria. Questo accordo rappresenta per noi un forte momento di crescita, perché Coalvi è un marchio prestigioso, emblema della Razza Piemontese, garanzia di grande professionalità e portatore di competenze significative. Sono certo quindi che il loro ingresso ci darà una forte spinta per raggiungere nuovi obiettivi e avere dei buoni successi”, ha dichiarato Bartolomeo Bovetti, direttore di Compral.

“Sono molto legato al progetto Fassoneria, e vederlo crescere in questo modo nel giro di pochi anni è davvero motivo di grande soddisfazione. Quando ho aperto il primo punto vendita non mi aspettavo questo successo, mentre oggi abbiamo decine di locali in tutta Italia e ci apprestiamo a diventare i portabandiera dell’eccellenza della carne piemontese, grazie alla partnership con due attori di grande storicità e competenza come Compral e Coalvi”, dichiara Fabrizio Bocca.

La Fassona

Il termine Fassone, o Fassona, è entrato in uso nel vocabolario commerciale per indicare il bovino di Razza piemontese. Questo termine è il risultato di una traduzione letterale e puramente fonetica del sostantivo “fasson”: è probabile che l’utilizzo del termine, con il significato di vitello di Razza Piemontese di pregio, si sia consolidato sui mercati zootecnici del Piemonte raccogliendo un’espressione usata dai commercianti francesi i quali commentavano i vitelli migliori dicendo che erano “de bonne façon”.

La Razza bovina Piemontese può vantare caratteristiche di alto pregio sia a livello organolettico che di resa al macello. La particolarità che la rende immediatamente riconoscibile è però la presenza del carattere dell’ipertrofia muscolare o groppa doppia, dovuta ad una mutazione naturale comparsa probabilmente a inizio del Novecento. Si tratta di una razza a spiccata attitudine alla produzione di una carne di eccellente qualità, poco grassa e molto tenera.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami