NAPOLI – Al momento non ci sarà nessuna candidatura all’UNESCO per la tradizione e cultura dell’espresso napoletano. È infatti scontro aperto tra i sostenitori della tradizione napoletana ed i grandi marchi di torrefazione del nord che hanno presentato la loro proposta per la candidatura UNESCO dell’espresso italiano. Dato che ogni Paese può presentare una sola proposta all’anno sul singolo tema è tutto rimandato all’anno venturo sperando di trovare un accordo di intesa tra le parti.

Sulla questione è intervenuto a La Radiazza condotta da Gianni Simioli l’antropologo, professore universitario, giornalista e divulgatore scientifico Marino Niola, tra l’altro anche tra i promotori della candidatura della tradizione e della cultura del caffè espresso napoletano: “Le due candidature hanno delle differenze sostanziali. La candidatura napoletana rispetta a pieno i criteri UNESCO in quanto non valorizza un prodotto ma bensì una cultura, una tradizione e delle abitudini sociali, cose che mancano al Nord Italia. Per cui il dossier dei grandi marchi, basato su principi imprenditoriali, non sarebbe mai stato accettato. Il loro intervento è stato un danno non solo ai napoletani ma a tutta l’Italia perché il riconoscimento della tradizione del caffè napoletano avrebbe portato grossissimi benefici a tutto il Paese.”

“Stavamo lavorando da due anni per questa candidatura che avrebbe portato grossi benefici a tutto il territorio, a tutta l’Italia cosi come per il riconoscimento dell’arte del pizzaiolo napoletano, ed invece hanno voluto metterci i bastoni tra le ruote utilizzando potere e denaro mentre noi abbiamo puntato tutto sulla scienza, la tradizione e la cultura. Ci auguriamo che si cambi rotta per il futuro puntando sui parametri che chiede l’Unesco e non sulla forza economica o sulle conoscenze politiche.”- ha commentato il Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli, Presidente dell’ Osservatorio per il patrimonio culturale immateriale della Campania su delega del presidente del Consiglio Regionale della Campania.

link al video: https://www.facebook.com/489369491216947/videos/443588870242648

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments