NOLA – Super green pass e condizioni di accesso nei luoghi pubblici: un tema ricorrente sui media nazionali e che, soprattutto in queste imminenti festività natalizie, è alla base principale di ogni regola. Eppure c’è chi fa ancora confusione associando il “libero accesso” all’obbligo della terza dose di vaccino effettuata.

Lo sa bene Valentino Buonincontri, noto chef di Nola, titolare del “Berties Bistrot” che dalla sua pagina social lancia l’ s.o.s che rischia di diventare irreversibile.

“Purtroppo c’è molta confusione in giro – spiega Valentino – e chi ne paga le conseguenze siamo noi ristoratori. È chiaro che bisogna dare una spinta alla vaccinazione che è, e resta, l’unica arma che abbiamo contro il Covid ma bisogna fare chiarezza e non rischiare di far passare un messaggio sbagliato. Molte persone – continua – sono convinte che il super green pass significhi essersi sottoposti alla terza dose di vaccino e quindi non si concedono più uscite fuori. Un disagio che noi ristoratori stiamo vivendo sulla nostra pelle con un forte calo delle prenotazioni. È necessaria una campagna di comunicazione efficace, precisa e corretta, cosa che invece, non avviene. Mi auguro che le istituzioni, a cominciare dal Governo, possano intervenire dando le giuste delucidazioni di cui, spesso, ci facciamo noi carico quando possiamo. Facciamo squadra”.

Intanto continuano gli appuntamenti al Berties Bistrot con un programma di eventi in tema natalizio nel pieno rispetto delle regole. Dall’aperitivo della Vigilia al pranzo di Natale al gran canone di San Silvestro. Una chiusura di questo 2021 all’insegna della tradizione con menù tipici della dolce ricorrenza rivisitati dallo chef Valentino Buonincontri.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments