NAPOLI (di R.C.) – In questo periodo in cui si fa una spesa più consistente, per non rischiare di affollare panetterie e supermercati con assembramenti che favorirebbero la propagazione del Covid-19 mettendo in pericolo la salute pubblica, il pane fresco lo possiamo gustare una sola volta alla settimana.

Forse come me, anche voi pensate spesso al profumo del pane caldo … alla sua croccantezza e a quella mollica morbida che sfiora il palato e ti fa venire l’acquolina in bocca… così mi sono detta: da oggi in poi il pane lo faccio io!

Ingredienti:

550g di farina 00 ( o la 0 : ciò che avete !)
340ml di acqua tiepida (non bollente non fredda !)
8g di lievito madre
Sale 12g
Olio Extravergine 10ml
Un po’ di farina per infornare

Cose utili:

1 canovaccio pulito e asciutto
1 grossa ciotola
Bilancia
1 grossa placca per il forno
1 ciotola o un recipiente da forno per le alte temperature
un coltello

Procedimento:

Inserire all’interno della ciotola la farina mescolata al sale e realizzare un buco al centro dove versare l’olio Evo e l’acqua tiepida con il lievito madre.

Lavorare l’impasto finché non diventerà un soffice panetto, compatto e omogeneo.

Fare sulla cima un taglio orizzontale e uno verticale, una croce.

Coprire bene e lasciar riposare 30 minuti.

Dopo mezz’ora piegare su se stesso due volte l’impasto e rifare i medesimi tagli. Far “riposare” coperto con un canovaccio ancora per mezz’ora.

Questo procedimento a distanza di 30 minuti si ripeterà per tre volte.

Al termine il composto dovrà lievitare per 12 ore sempre coperto.

“Ho scelto questo tipo di impasto e di ricetta approvata dalla Dottoressa Ester Fasano Biologa Nutrizionista, “perché e’ più salutare grazie alla presenza del lievito madre che lo rende ricco di fermenti benefici per l’intestino e più digeribile e se abbinato con a porzione di verdura o proteine fornisce un pasto bilanciato di tutti i nutrienti”.

Al termine delle 12 ore di lievitazione si faranno dei panetti ovali da 60g. di peso (se volete potete fare anche altri formati o un unico panello). Infarinata una teglia i panetti vanno disposti sulla superficie lasciando almeno 3 cm tra loro (ricordate di fare sempre l’incisione sulla parte superiore di ognuno di questi. Lasciateli riposare coperti per un’ora”.

Inserire la teglia nel ripiano centrale in forno statico preriscaldato a 230 gradi per 20 minuti. Riporre sul ripiano più basso una ciotola colma d’acqua che sarà fondamentale per preservare l’umidità del pane.

Sul finire della cottura, alzare la temperatura a 250 gradi senza aprire il forno per altri 10 minuti.

Al suono del timer aprire il forno e “bussare” con le nocche sulla parte superiore del pane: se produrrà un rumore sordo sara cotto! Altrimenti lasciare altri 5 minuti in forno.

Bon appetit!

*Per chi non riuscisse a trovare il lievito in commercio, vi spiegheremo, prossimamente, come realizzare dell’ottimo lievito madre fatto in casa!

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments