Pasqua 2021, le uova si adattano ai tempi e alla pandemia (VIDEO)

0

NAPOLI – Innovazione e tradizione, le uova di pasqua si adattano ai tempi e alla pandemia.

Idee stravaganti, sorprese fuori dal comune ma anche il cioccolato della tradizione che tanto piace ad adulti e piccini.

Seconda Pasqua in zona rossa con il Covid ancora in circolazione, ma quest’anno, i napoletani potranno contare sul più classico dei comfort food.

L’uovo che 365 giorni fa era bandito a causa delle chiusure del lockdown, quest’anno torna in tavola.

Al cioccolato o fondente, con le nocciole o senza zucchero il simbolo pasquale per eccellenza strizza l’occhio all’innovazione. Imprenditori sempre più proiettati verso le nuove economie basate su sinergie aziendali si sono ritrovati nel progetto messo in piedi da Vittorio Rotta che nel suo Do Maggiore di via Cilea propone per queste festività un uovo davvero particolare.

“Ci completiamo e cresciamo veramente solo quando alla nostra crescita è associata la crescita di altri. Durante tutto l’ anno saranno realizzate azioni volte a coinvolgere attività di ristorazione, artisti e aziende in processi di ricerca volti a sensibilizzare il valore delle azioni collettive.

Tutto ciò senza mai dimenticarci che produciamo dolci sotto la guida attenta del maestro Ciro Maiorano. Im momento colazione è una parte importante del nostro business grazie alla presente e costante sollecitazione dell’ azienda di torrefazione Nero Espresso. Vari artisti hanno realizzato i nostri packaging che saranno cambiati di volta in volta ricercando sempre immagini nuove

Una sorpresa che rappresenta l’ottimismo partenopeo, che guarda sempre avanti con speranza e fiducia attraverso quei momenti di convivialità che mancano a tutti noi. Un accordo napoletano non è un momento solidale, ma un modus vivendi, un modello che Napoli utilizza da sempre, facendo della relazione con l’altro, il suo segno distintivo.

Buona Pasqua a tutti e anche se non sarà come tutti immaginavamo, grazie al nostro spirito di adattamento troveremo di sicuro il modo di trarre il meglio da questo momento. Le cene sono escluse di bevande”.

E se c’è chi prova a fare di necessità virtù in tempi difficili come questo che oramai dura da 2 anni, c’è chi invece legato alla tradizione partenopea del cioccolato d’autore tenta di uscire dalla crisi come l’antica Fabbrica Gallucci di Cisterna dell’Olio. Francesco Gallucci analizza questa seconda Pasqua in zona rossa da un punto di vista sociale e economico.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments