NAPOLI – Che la pasta sia il cibo preferito e più consumato dagli italiani è risaputo in tutto il mondo. Ma ciò che accade nelle nostre cucine quando arriva l’attesissimo momento di cucinare il proprio piatto di pasta è rimasto fino a oggi un tabù, seppur comune a tutti: dove sono le indicazioni sui tempi di cottura?

Pasta Garofalo, molto attenta alle esigenze dei propri consumatori e soprattutto in ascolto di ciò che i suoi fan dicono sui social, ha seguito con interesse il coro di voci di coloro che reclamavano un’indicazione più visibile dei tempi di cottura sulle confezioni di pasta. E non ha potuto fare a meno di notare anche la proposta grafica postata da Matteo Bocciarelli sul suo profilo Facebook. Così, lo storico pastificio di Gragnano ha deciso di lanciare un’edizione limitata dei suoi Fusilloni prendendo spunto proprio dalla proposta di Matteo, citato anche sul pack, e mostrando chiaramente, con tanto di frecce rosse, dove sono riportati i minuti di cottura sulle confezioni di pasta Garofalo.

“Diciamo che a questo punto non ci dovrebbero più essere dubbi!” commenta divertito Emidio Mansi, Direttore Commerciale Italia del Pastificio Garofalo. “Abbiamo scelto i nostri Fusilloni perché hanno 13 minuti di cottura come quelli della grafica proposta da Matteo, ma anche perché è il formato perfetto per questa iniziativa, bello grande e visibile.”

Quando ha iniziato a farsi strada online la sfida lanciata dal Movimento Grandi Minuti, promosso dall’agenzia creativa Hub09, Pasta Garofalo non ha esitato ad accoglierla proponendo proprio quel pack a cui stava già lavorando. La risposta non si è fatta attendere e sarà visibile anche sui pack: “approved by MGM”.

“Da sempre ci piace incoraggiare il dialogo e ascoltare i consumatori per capirne il sentiment e le reali esigenze. Solo così crediamo sia possibile essere loro vicini, parlare la loro lingua e, perché no, condividere la loro ironia” conclude Emidio Mansi.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments