IMG-20160121-WA0021

NAPOLI – Si terrà domani venerdì 18 marzo alle 21.30 alla Grande Magia, in calata Trinità Maggiore 50, il nuovo appuntamento della rassegna musicale e teatrale “Arapete fenesta” ideata da Tiziana Marino e Davide Giuliano. In scena ci saranno Riccardo Citro e Viviana Cangiano, che si esibiranno nella performance “Spuzzulianne”, ovvero “murzilli di versi e prosa” offerti al pubblico nel locale che si ispira al titolo della famosa commedia di Eduardo De Filippo. La Grande Magia, infatti, è il nuovo caffè letterario che ha aperto nel cuore del centro storico di Napoli, a pochi passi da piazza del Gesù. Un luogo dove alla cena, al pranzo e all’aperitivo con i piatti tipici della tradizione partenopea si abbinano spettacoli, reading, mostre e concerti in una sala allestita come il vecchio camerino di Eduardo, di cui è riprodotta la figura in una statua a grandezza naturale che si affaccia al balcone e che è stata realizzata dal maestro di arte presepiale Marco Ferrigno.

«La serata ha come scopo la leggerezza, la cucina napoletana nella sua genuinità, un omaggio alla poesia napoletana culinaria e ai murzilli che faremo mangiare agli ospiti – spiega Riccardo Citro -. “Spuzzulianne” vuole regalare a piccole dosi momenti di spensieratezza in un periodo storico così brutale verso la cità di Napoli. Una Terra dei fuochi che, nonostante gli attacchi dei media, riesce sempre a sorprendere con la sua arte e la sua cucina». Momenti divertenti tra gli attori che lo rappresenteranno (insieme a Citro ci sarà Viviana Cangiano), che in prima persona vogliono restituire alla città uno dei motivi per cui vale la pena restare a Napoli e non andare altrove: l’arte della cucina e il teatro. “Spuzzulianne, murzilli di versi e prosa” è «la risposta alla nouvelle cousine direttamente dalla nostra tradizione. Un occhio al passato per guardare meglio al futuro», dice Citro.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments