ISCHIA – Percorsi guidati alla scoperta dell’isola contadina e delle sue antiche tradizioni, in primis l’agricoltura eroica, che qui ha radici millenarie, con degustazioni, itinerari di trekking e musica dal vivo: Ischia torna a farsi scoprire con “Andar per cantine”, la manifestazione promossa dalla Pro Loco Panza che celebra, quest’anno, la tredicesima edizione.
Appuntamento dal 20 al 30 settembre con il format consolidato, che abbraccia 13 cantine e 7 aziende agricole, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid: ogni giorno, al mattino e al pomeriggio, partono – contraddistinti dai nomi delle varietà dei vitigni isolani – i tour tra le più antiche realtà vitivinicole di Ischia, un viaggio in un piccolo mondo antico fatto di piccoli agricoltori e di grandi aziende, accomunati dall’appassionato legame con il vino, che qui risale addirittura ai tempi della Magna Grecia.
Tra le iniziative, insieme alla “Cena della vendemmia in vigna” (in programma il 30 settembre alla Tenuta Piromallo di Forio), tornano “Cantinando sotto le stelle”, una versione serale dei tour con assaggi e degustazioni al chiaro di luna, e “Le vigne sul mare”, un itinerario che esplora il periplo dell’isola a bordo del veliero “La Rondine”, che già ospitò Totò e Sophia Loren, e che mostrerà i luoghi dei primi insediamenti di Pithecusae, proprio dove – nell’ottavo secolo avanti Cristo – i primi coloni greci impiantarono le viti.
Suggestivi anche i percorsi di trekking che impreziosiscono il cartellone, conducendo alla scoperta del monte Epomeo, delle baia della Pelara e di Sorgeto, di Piano Liguori, del bosco dei Frassitelli e dell’incantevole geosito dei Pizzi Bianchi, un vero e proprio “unicum”.
Il tutto, naturalmente, con il fil rouge del vino e con l’obiettivo di promuovere un turismo ecosostenibile e attento alle tradizioni (per chi arriva dalla terraferma, disponibili promozioni con la compagnia Alilauro; info e prenotazioni www.prolocopanza.it; 081 908436).
“Dopo lo stop per la pandemia, abbiamo deciso di tornare a raccontare la straordinaria biodiversità dell’isola attraverso le storie del vino, nel pieno rispetto di tutte le normative”, spiega il direttore della Pro Loco Panza, Leonardo Polito.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments