NAPOLI – Arrivano le scuole al Museo e Real Bosco di Capodimonte, nell’ambito della quarta edizione di GreenCare School. Con le visite guidate offerte a 1300 alunni degli istituti primari della Campania, l’iniziativa di Associazione Premio GreenCare, realizzata quest’anno con la collaborazione del Museo e Real Bosco di Capodimonte e l’impegno di Amici di Capodimonte e Amici del Real Bosco di Capodimonte, entra nel vivo.

Si comincia il 26 aprile con i 200 alunni dell’Istituto Comprensivo Casapesenna (Caserta), poi sarà la volta degli studenti del Tasso di Sorrento, dell’Amanzio Ranucci Alfieri e del San Rocco di Marano, del Secondo Circolo Didattico di Acerra, del 46° Scialoja Cortese, del Pertini – 87° Don Guanella, del Nuovo Bianchi e del Volino Croce Arcoleo di Napoli. Le visite, che avranno luogo di mattina, si concluderanno il 17 maggio con le classi dell’Istituto Comprensivo Statale Enrico Forzati di Sant’Antonio Abate.

La visita al giardino storico toccherà i luoghi narrati dal libro “La vita segreta nel Real Bosco di Capodimonte”, distribuito gratuitamente lo scorso gennaio a cinquemila alunni campani iscritti al progetto. Dalla Porta di mezzo, passando per l’Emiciclo, si punterà alla Statua del Gigante per virare verso la Fontana di mezzo con le tartarughe. Poi ci si dirigerà verso il Cellaio per tornare indietro verso la Statua del Belvedere, passando ad ammirare gli alberi monumentali del Giardino dei Principi.

Infine, a piccoli gruppi si accederà alle sale del Museo per scoprire l’opera di Filippo Palizzi “Dopo il diluvio”, che descrive numerosissime specie di animali scampate al diluvio perché messe in salvo dall’arca. L’opera auspica una rinnovata armonia tra l’Uomo e la Natura nel segno della sostenibilità ambientale che il Real Bosco di Capodimonte promuove con le sue azioni in favore della tutela della biodiversità di flora e fauna.

Impegnato nel progetto un pool di storiche dell’arte – Maria Varriale, Antonella Pisano, Claudia Larghi – ed esperte dei luoghi, coordinate dalla responsabile del GreenCare School Federica Palmer, con l’ausilio dei volontari delle associazioni coinvolte. A margine della visita, i giovanissimi potranno “giocare” con GreeNApp, l’app voluta da Premio GreenCare per conoscere e valorizzare parchi e giardini di Napoli.

L’iniziativa si realizza con uno speciale contributo della Fondazione Ferrarelle, e con il sostegno di Euphorbia, Grimaldi Group, Idea Bellezza, Russo di Casandrino, L’Oro di Capri – Associazione per la tutela dell’Ulivo caprese, Graded, Cupiello, Sit& Service – Architettura e ingegneria integrata.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments