MINORI – “Il Sentiero dei Limoni è importante perché è secolare e conserva piante che oggi hanno anche secoli di storia e dunque è tutela della biodiversità, è amore per il territorio. Inoltre il Sentiero dei limoni non è solo uno sguardo verso l’oro giallo della Costiera ma è anche narrazione del territorio e di testimonianze storiche che è possibile ammirare e conoscere lungo il cammino come ad esempio l’antica chiesetta di San Michele Arcangelo, le canalizzazioni realizzate dai romani ma allo stesso tempo tutto il Sentiero è anche costellato di mattonelle maiolicate con sopra versi di poeti, di intellettuali, immagini di santi o dei panorami della Costiera. Sempre lungo il Sentiero dei Limoni sono davvero molteplici punti davvero paesaggistici come il Belvedere della Mortella tra gli angoli panoramici più spettacolari della Costiera Amalfitana. Dunque percorrere l’antica strada romana che conduceva da Maiori a Minori e viceversa con la possibilità di vedere la Basilica di Maiori da una parte e la Villa Marittima Romana di Minori dall’altra è una vera immersione nell’antichità della Costiera e magari è possibile incrociare anche i muli che spesso trasportano i limoni. Un tratto del Sentiero è dedicato proprio alle portatrici dei limoni che ancora oggi caricano le ceste sulla testa”. Lo ha affermato Michele Ruocco, ideatore del Sentiero dei Limoni, storico esponente della ProLoco di Minori che con Antonio Porpora, Direttore di Produzione di Gusta Minori e con Mario De Iuliis, Consigliere Nazionale delle ProLoco, ha accompagnato la stampa nazionale ed internazionale lungo il Sentiero pieno di colori e profumi e lo ha fatto con un briefing stampa itinerante durato l’intera mattinata. Il tutto a poche ore dallo spettacolo più atteso della venticinquesima edizione del Gusta Minori : “Drama De Antiquis – Fantasite 5.0” in scena questa sera nella Villa Marittima Romana alle ore 20 e 30; 21 e 30; 22 e 45.

Infatti restano confermati per oggi e domani gli spettacoli di “Drama De Antiquis – Fantasite 5.0”, mentre quelli inizialmente programmati per la serata di ieri a causa del maltempo, sono stati riprogrammati per Domenica 29 Agosto, sempre agli stessi orari.

In mattinata la stampa visiterà l’Antiquarium della Villa Romana dove sono esposti i reperti archeologici rinvenuti in Costiera Amalfitana.

Ed oggi sarà una versa immersione nell’archeologia della Costiera Amalfitana! Andrà in scena “Drama De Antiquis Fantasite 5.0” lo spettacolo multi – arte e multimediale che narrerà il vissuto di 2000 anni fa in Costiera Amalfitana.

“Siamo pronti a sfidare anche il tempo perché narreremo la Civiltà Romana in Costiera Amalfitana. Queste ville romane, risalenti a 2000 anni fa, erano case – vacanza costruite dagli antichi romani per venirci a trascorrere le vacanze.

Ecco lo spettacolo teatrale che racconterà il turismo in Costiera risalente al Primo Secolo dopo Cristo. In Costiera Amalfitana abbiamo creato un Format nuovo: “Drama De Antiqvis – Fantasite 5.0” che è la narrazione di una storia d’amore di epoca romana vissuta dalle personalità residenti nella Villa Marittima Romana di Minori risalente all’I sec.d.C. – ha dichiarato Gerardo Buonocore, Direttore di Produzione di Gusta Minori, autore di Drama De Antiquis e co – regista con Lucia Amato, a margine di un briefing stampa tenutosi nella tarda serata di ieri – con presunti misteri, tradimenti tenendo conto anche di fatti immaginari ma allo stesso tempo anche di fatti storici realmente accaduti. Scenario di tutto questo sarà proprio la Villa Romana con la tecnologia del videomapping. Come era la Villa Romana di Minori ben 2000 anni fa? Cosa accadde quella notte del 79 d.C. in Costiera Amalfitana negli stessi minuti in cui Pompei veniva coperta? Quali erano i costumi? Chi abitava la Villa e soprattutto perché è un sito di straordinaria importanza? Tutto questo è in “Drama de Antiquis ” il musical con la tecnologia videomapping che ha ricostruito l’atmosfera di allora e gli ambienti di allora nella stessa Villa Romana. Ora quel Musical è diventato DocuFilm che ha ambizioni importanti. E’ il primo DocuFilm girato in Costiera Amalfitana, sulla storia di uno dei più prestigiosi siti archeologici del Sud Italia, sul mare della Costa D’Amalfi. Una produzione per la quale guardiamo alla Stampa Estera al fine di portarla anche su network internazionali”.

Salvate le serate del 27 e del 28 Agosto. Drama De Antiquis è una produzione con effetti speciali!

“Vivremo tutto in versione notturna e come se fossimo fisicamente presenti nel I Secolo d.C. con effetti speciali che sorprenderanno. Il tutto all’interno della stessa Villa Romana di Minori. Il pubblico, seguendo le norme anti Covid, verrà accolto da attori e personaggi in costumi di allora. Drama de Antiquis 5.0, è evento multimediale in grado di narrare la Costiera con l’ausilio anche di nuove tecnologie. scenografie in Videomapping a 360°, sonorità musicali inedite”.

E a Minori è possibile mangiare piatti di epoca romana.

“A Minori si possono ancora gustare i piatti di epoca romana. Dagli studi condotti dal professore Enzo Falcone è testimoniato che una buona parte dei piatti di Minori ha una derivazione di epoca romana: la colatura di alici, gli N’Dunderi che erano la polenta caseata in epoca romana – ha affermato Luigi Di Ruocco, Presidente dell’Associazione Cuochi di Salerno – o ancora la caponata insalata di biscotti integrali che non era altro all’epoca il piatto del viandante. Questi piatti oggi a Minori ci sono ancora e vengono ulteriormente valorizzati da Gusta Minori”.

Gli ingressi saranno contingentati e nel pieno rispetto delle norme sanitarie, con un numero limitato di posti

Gusta Minori è kermesse dedicata all’arte, alla storia, alla gastronomia della Costiera Amalfitana, organizzata dal Comune di Minori, Associazione Gusta Minori, SCABEC Campania, Regione Campania.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments