PIMONTE – “Ho molto apprezzato per i toni e per i contenuti l’incontro organizzato ieri dalla presidente del consiglio comunale di Pimonte, Lucia Somma, sulla violenza di genere attraverso un viaggio storico e culturale sulla figura della donna nel mondo occidentale e in quello orientale. La nostra è una comunità da sempre attenta e sensibile alle problematiche di genere ma questa attenzione non dovrà mai calare anzi, bisognerà investire tempo e risorse per continuare a sensibilizzare, a partire dalle giovani generazioni, su questo tema”.

Così Antonio Palummo, uno dei fondatori del neonato movimento civico “Pimonte è” a margine di “Io, lei e le altre, viaggio storico per una cultura della non violenza tra Oriente e Occidente”, che si è tenuto nel Museo Multimediale di Pimonte.

“Il nostro movimento ha, tra i suoi punti programmatici, l’affermazione di politiche di genere e iniziative di sensibilizzazione. Inoltre – conclude Palummo – abbiamo in mente la costituzione di una rete tra le varie istituzioni, estesa a tutto il territorio dei Monti Lattari, per supportare, con azioni concrete, le donne vittime di violenza. ‘Pimonte è’ soprattutto un movimento per le donne”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments