VICO EQUENSE – Protagonisti nei cestini da picnic, nelle cambuse o negli zaini degli escursionisti, anche in estate gli imballaggi in acciaio come barattoli e scatolette sono casseforti ideali per custodire le migliori specialità alimentari mediterranee e sono amici del mare e dell’ambiente perché l’acciaio è un materiale permanente che si ricicla all’infinito.

Per sensibilizzare i cittadini sulle qualità e i valori degli imballaggi in acciaio, “Cuore Mediterraneo”, la campagna itinerante promossa da RICREA, il Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Acciaio, fa tappa nella penisola sorrentina. A Vico Equense, l’inviata speciale Alice ha incontrato bagnanti e diportisti per conoscere le loro abitudini e invitarli a scoprire i vantaggi di una corretta raccolta differenziata e il valore del riciclo degli imballaggi in acciaio.

“Anche in vacanza è importante separare correttamente i contenitori in acciaio: una volta avviati al riciclo possono rinascere a nuova vita, trasformandosi ad esempio in chiodi, bulloni, travi per l’edilizia, binari ferroviari o arredi urbani – spiega Domenico Rinaldini, Presidente di RICREA -. Grazie alla raccolta differenziata lo scorso anno a Vico Equense è stato registrato un dato di raccolta pari a 5,58 kg di imballaggi in acciaio per abitante, molto superiore alle media nazionale. L’acciaio è una risorsa preziosa in quanto materiale permanente che si ricicla al 100% all’infinito ed è importante che non vada sprecato finendo in discarica”.

“Questo risultato è stato reso possibile grazie alla collaborazione dei cittadini, oltre che ad un’accurata opera di informazione portata avanti con costanza – commenta Andrea Buonocore, sindaco del Comune di Vico Equense -. Da tre anni provvediamo due volte a settimana alla raccolta multimateriale per incentivare i cittadini a conferire tutto ciò che è riciclabile. Solamente attraverso una capillare e precisa raccolta differenziata è possibile salvaguardare le bellezze del nostro Paese che abbiamo il compito di custodire e trasferire alle nuove generazioni.”

Nel 2020 in Italia, grazie all’impegno dei Comuni e dei cittadini, sono state avviate a riciclo 370.963 tonnellate di imballaggi in acciaio, sufficienti per realizzare circa 3.700 km di binari ferroviari: ancora una volta il Paese si conferma già in linea con l’obiettivo dell’80% previsto dalle direttive europee in materia di economia circolare entro il 2030.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments