154453219-70c65327-8798-42e8-81fa-5ee02f9b0eca

NAPOLI – E’ il primo “capsule hotel” italiano, destinato agli utenti dell’aeroporto internazionale di Napoli – Capodichino, Bed&boarding, inaugurato mercoledì mattina.La struttura, rivoluzionaria in ambito europeo, è sorta dal recupero del Palazzo Pegaso accanto al padiglione partenze.

I moduli abitativi, dotati di ogni comfort, consentiranno ai passeggeri ore di ristoro in attesa del viaggio. Carlotta Tartarone, project manager di Bed&boarding, spiega le specifiche dei moduli abitativi.Quarantadue stanze di quattro metri e mezzo ognuna, per dormire una notte con 25 euro oppure riposare per un paio d’ore prima di prendere un volo. E’ Benbo, il primo capsule hotel d’Italia, che è stato inaugurato stamattina all’interno dell’aeroporto di Capodichino, a Napoli. L’albergo è un “bed and boarding” che offre ai clienti una capsula singola che somiglia a una casetta colorata, con una smart tv, un letto, un ripiano su cui è possibile lavorare al computer o leggere, un impianto di aria condizionata e una docking station per ricaricare telefoni, pc o tablet. Tra l’altro, due delle stanze sono progettate per accogliere disabili. In comune i bagni, ma si tratta di sedici bagni singoli, ognuno con una doccia indipendente e che vengono puliti dopo ogni utilizzo. L’albergo è stato costruito nella palazzina Pegaso, che ospitava tra l’altro la mensa dell’Ati e che è data in concessione dallo Stato alla Gesac, la società che gestisce lo scalo partenopeo.

{youtube}E5GyuamiIWY{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments