Concluso il secondo round del Campionato Italiano Giovanile di Debate (VIDEO)

0

MILANO – Si è concluso il secondo round del Campionato Italiano Giovanile di Debate, organizzato dalla Società Nazionale Debate Italia con il sostegno di Coop Lombardia, il patrocinio di Commissione Europea e Parlamento Europeo e la media partnership di Ansa. Nelle 23 gare disputate tra il 9 al 12 marzo si sono sfidate le 46 squadre rimaste in gara al termine dei gironi di qualificazione e provenienti da Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Sicilia e Umbria.

LE SQUADRE DELLA CAMPANIA COINVOLTE NEL CAMPIONATO ITALIANO GIOVANILE DI DEBATE sono: The Mangino’s Challengers, Liceo statale “Mons. B. Mangino”- Pagani; Liceo Caccioppoli, Liceo Scientifico “R. Caccioppoli”- Napoli.

GARE

THE MANGINO’S CHALLENGERS VS TOPICSPITTERS (0 – 3)

https://campionatoitalianodebate.it/event/the-manginos-challengers-vs-topicspitters/

LEGIONE FEDERICI VS LICEO CACCIOPPOLI (2 – 1)

https://campionatoitalianodebate.it/event/legione-federici-vs-liceo-caccioppoli/

Con il procedere del Campionato le mozioni toccano temi sempre più complessi e appassionanti, in questo secondo round tra gli altri:

Le sanzioni amministrative dovrebbero essere commisurate al reddito del colpevole.
Il movimento femminista dovrebbe sostenere la narrativa che “la bellezza non ha importanza” rispetto alla narrativa che “tutti i corpi sono belli”.
Ad eccezione del servizio di polizia, la gestione delle case circondariali dovrebbe essere affidata a società private.
Nella scuola superiore, le programmazioni scolastiche dovrebbero essere concertate tra docenti e studenti
Il diritto alla libertà di espressione dovrebbe includere anche il diritto di offendere.
La classifica comincia ormai a delinearsi: si divide la coppia costituita da Ulivi1 e Pandoro, che la guidava al termine del primo round, e ora la squadra del Liceo scientifico “G. Ulivi” di Parma si trova sola in testa a punteggio quasi pieno con 6 gare su 6 vinte e 17 ballot (i ballot sono le preferenze date dai tre giudici). I varesini di Pandoro vengono superati anche dai Leoncini di Santeramo in Colle (BA) con 6 vittorie e 16 ballot e per ora devono accontentarsi del terzo posto con 5 vittorie e 16 ballot, a pari merito con Bazinga! di Busto Arsizio (VA), Cosimo de Giorgi di Lecce e Baruffi Ceva di Ceva (CN).

Ancora apertissima la competizione per entrare tra i primi 16 e accedere ai play-off: ben 14 squadre con 4 vittorie si collocano al momento tra il 14° e il 27° posto, mentre Ulivi1 e Pandoro hanno praticamente già la qualificazione in tasca.

Decisivi saranno il terzo e quarto round del Girone Unico, in programma rispettivamente il 29 e 30 marzo e l’8 e 9 aprile, dove l’asticella si alzerà notevolmente per le squadre in gara.

D’ora in avanti, fino alla finale del 9 maggio, infatti, tutte le mozioni saranno basate su tematiche legate all’Unione Europea e, in particolare, la mozione su cui le squadre si sfideranno nei prossimi due round affronterà uno dei temi più controversi e dibattuti sul futuro dell’Europa: “L’Unione Europea dovrebbe rendere prioritaria la realizzazione del modello degli Stati Uniti d’Europa”. Ulteriore banco di prova sarà costituito dal fatto che ciascuna squadra dovrà sostenere a turno entrambe le posizioni – pro e contro – nel corso dei due round.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments