MINORI – La venticinquesima edizione di Gusta Minori e la kermesse “La Notte del Panettone in riva al Mare” hanno promosso nel mondo le tradizioni natalizie della Costiera Amalfitana.

Andrea Reale (Sindaco di Minori) : “Amore, gioia e sentimento, sono sempre in questi luoghi. Siamo già al lavoro per la 26esima edizione del Gusta Minori targata 2022! Dalla Città del Gusto i più cordiali auguri di Buon Anno. Qui in Costiera abbiamo contenuto il Covid il più possibile. Ed intanto Minori è il sito più fotografato dal popolo del web dopo Napoli e Capri!”.

Con Sal De Riso e il Gusta Minori, in Estate c’è stato il lancio delle tradizioni natalizie! Ed è così che la Costiera costruisce il turismo del dopo – Covid tra sostenibilità e flusso distribuito nel corso dell’anno.

“Amore, gioia e tanto sentimento. Siamo già al lavoro per la ventiseiesima edizione di Gusta Minori per portare benessere ai turisti della Costiera Amalfitana e ai nostri cittadini. Oggi il Made in Italy nel Mondo vede la Costiera Amalfitana protagonista in modo forte, concreto e con tanta qualità. I nostri operatori turistici non hanno mai incrociato le braccia. Il Distretto Turistico della Costa D’Amalfi sta lavorando molto sulla sostenibilità ambientale con progetti innovativi e noi invece stiamo lavorando anche sulla prossima edizione di Gusta Minori. La scelta di regalare un’anticipazione del nostro Natale nel mese di Agosto è stata una scelta vincente perché soprattutto nel dopo Covid andremo verso un turismo presente tutto l’anno. Promuovendo le tradizioni non estive anche in periodo estivo è una scelta vincente per la Costiera Amalfitana”. Lo ha dichiarato Andrea Reale, sindaco di Minori, la città del Gusto, perla tra le perle in compagnia degli altri 13 borghi della meravigliosa Costiera Amalfitana dove poesia e armonia si fondono, sempre!

A fine Agosto due grandi eventi su fusero in Costiera Amalfitana: Gusta Minori e La Notte del Panettone in riva al mare organizzata da Sal De Riso, maestro pasticciere affermato nel Mondo.

“Il segreto di un panettone artigianale è dovuto soprattutto all’utilizzo delle grandi materie prime. Bisogna scegliere il meglio a partire dalla farina e dai canditi che vengono prodotti nel mio laboratorio e la cosa più importante è il lievito madre. Ho l’onore di avere clienti dal Canada, da New York, dal Qatar ed ho voluto fortemente “La notte del Panettone in riva al mare” organizzata da me – ha dichiarato Sal De Riso – e dall’Accademia dei Maestri Pasticcieri Italiani congiuntamente a Gusta Minori. In Estate in Costiera Amalfitana abbiamo tanti turisti stranieri e italiani che hanno la possibilità, in questo modo, di assaggiare prodotti natalizi della Costiera e vedere in anteprima le tradizioni natalizie della Costiera. Spero di riprendere quanto prima anche il mercato russo”.

Il panettone di Sal De Riso è richiesto anche in Australia, ma non solo!

E Sal De Riso è un grande marchio in grado di promuovere Minori nel Mondo. Durante la pandemia, il “Re” della pasticceria ha destinato fondi per l’acquisto di macchine per la respirazione.

La storia di Sal De Riso è sinonimo della genuinità della Costiera Amalfitana. La sua storia iniziò da due macchine da lavoro, regalate dalla mamma.

“Oggi il marchio Sal De Riso è una realtà affermata con oltre 100 dipendenti. Produciamo tutto nei nostri laboratori di Tramonti e Minori, dunque una grande squadra che lavora con le mani e con il cuore. Ho lavorato al San Pietro, al Caruso, al Palumbo acquisendo una grande esperienza di cucina – ha concluso Sal De Riso – ma anche nell’accoglienza ed ho imparato la qualità! Ed oggi sto elaborando un progetto per la realizzazione di ricette in grado di dare la possibilità anche ai diabetici di gustare i dolci di grande qualità”.

C’è a Minori la grande tradizione culinaria con una ristorazione di alto profilo, ma Minori, perla della Costiera, è bella anche per il Sentiero dei Limoni, in grado di sposare poesia, armonia, colori e profumi ma soprattutto storia!

“Possiamo tranquillamente parlare di Geo – Archeo – Trekking. E’ il Sentiero nato con la Repubblica Amalfitana e rientrava tra le forme di collegamento tra il mare e la montagna. Consentiva agli abitanti di poter raggiungere il mare dove scambiare i loro prodotti. Gli amalfitani erano marinai e contadini contribuendo con il loro lavoro a modificare la natura del territorio realizzando con i terrazzamenti questo paesaggio unico al mondo. Lungo il percorso – ha dichiarato Michele Ruocco, anima ed ideatore del Sentiero dei Limoni, esponente della ProLoco di Minori – è possibile ammirare paesaggio, limoneti ma anche entrare nella meravigliosa chiesa di San Michele Arcangelo. Si tratta di uno dei pochi sentieri rivieraschi rimasto intatto in Costa d’Amalfi fra Maiori e Minori dove la coltivazione dei limoni ha raggiunto livelli ecosostenibili. Ora lo stiamo promuovendo con tecnologia innovativa. Questa parte della Costiera Amalfitana è stata protagonista della venticinquesima edizione di Gusta Minori, nell’ambito di uno specifico Press Tour di successo che ha registrato visibilità sulle testate di tutto il mondo, anche quelle russe!”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments