NAPOLI (di A.R.) – Quando nasce un giornale bisogna sempre festeggiare.

Forse per questo motivo la sala che ha ospitato la presentazione dell’edizione di Napoli del Riformista era stracolma di persone. Alfredo Romeo, imprenditore napoletano protagonista delle cronache giudiziarie di questi ultimi anni, lo ha acquistato a luglio e ad ottobre ha rimesso il quotidiano nelle edicole. Affidando la direzione a Piero Sansonetti, che ha subito chiarito l’impostazione.

Edizione napoletana affidata a Marco Demarco, già fondatore del Corriere del Mezzogiorno e direttore della Scuola di Giornalismo del Suor Orsola Benincasa. Da cui ha preso la parte più consistente della redazione.

Un video descrive l’attività della testata, declinata anche sul web e affidata a Davide Nunziante. Da domani in edicola, il nuovo quotidiano è stato annunciato da Stefania Brancaccio – cavaliere del lavoro e vice presidente Coelmo Spa, Paolo Giulierini, direttore del Mann, Lucio d’Alessandro – rettore dell’Università degli studi Suor Orsola Benincasa e Maurizio de Giovanni – scrittore, sceneggiatore e drammaturgo. Ma anche, in sala, tra gli altri dal presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, dal sindaco di Benevento, Clemente Mastella, dall’assessore comunale, Alessandra Clemente, dal presidente della Bcc Napoli, Amedeo Manzo e dal notaio Dino Falconio.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami